Wen Jiabao: “Economia, ci aspettano tempi duri”

Il premier cinese Wen Jiabao ha ammonito oggi sul rischio, per la seconda economia mondiale, di dover affrontare “nuovi momenti difficili” in futuro. Parlando nel corso di una visita a Chengdu, nel Sichuan, il primo ministro ha detto: “Il tasso di crescita economica rientra ancora tra gli obiettivi fissati dal governo all’inizio dell’anno e le politiche di stabilizzazione stanno funzionando. Tuttavia, la ripresa economica non è ancora stabile e ci potrebbero ancora essere momenti di difficoltà”. Nel secondo trimestre del 2012 Pechino ha registrato il tasso di crescita più basso degli ultimi tre anni. I dati sulla produzione industriale sono calati per la settima volta consecutiva e la bilancia commerciale con l’estero non promette nulla di buono; tuttavia, il Prodotto interno lordo rimane stabile. Secondo Wen “al momento, la crescita economica tiene. Ma l’economia non segue cicli precisi, e i funzionari del governo devono lavorare al massimo per garantire gli obiettivi che ci siamo posti”. Lo scorso marzo, il premier ha annunciato come target per l’anno una crescita del 7,5 %: si tratta dell’ottavo obiettivo al ribasso consecutivo. Secondo diversi analisti, la crescita della potenza cinese non può resistere in un sistema monopartitico di stampo dittatoriale. Senza un’apertura democratica, sostengono economisti e politologi, la Cina non sarà in grado di rispondere agli scossoni della crisi finanziaria in corso.

Fonte: Asia News, 16 luglio 2012

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.