[Video] RIMINI: ingrosso cinese sequestrato a Rimini, era privo di qualsiasi norma

RIMINI. Si è conclusa nel pomeriggio di venerdì 10 luglio 2015, con l’apposizione dei sigilli ad un’attività di vendita all’ingrosso di pelletteria, situata in località Rimini nord, gestita da un cittadino cinese, una lunga attività di indagine, volta a contrastare l’abusivismo commerciale e a garantire la tutela della pubblica incolumità.


Il Reparto di Polizia Amministrativa, della Polizia Locale di Rimini, con l’ausilio del Nucleo Operativo Antiabusivismo Commerciale (N.O.A.C), ha dato esecuzione al Provvedimento emesso dal G.I.P. del Tribunale di Rimini, finalizzato al sequestro di un magazzino di oltre 600 mq. Gli Operatori appartenenti al Comando di Polizia Municipale di Rimini, durante una lunga attività svolta nel periodo invernale, avevano accertato che il locale era privo di qualsiasi norma di sicurezza, sia per i propri dipendenti che per i clienti. Infatti la struttura, pur essendo un deposito di articoli ad alto rischio di infiammabilità, era sprovvista del prescritto Certificato Incendi, rilasciato dai Vigili del Fuoco.  Inoltre era stata riscontrata la presenza di estintori a polvere scaduti e non sottoposti a regolare manutenzione.

E’ proprio in relazione a tali violazioni e per evitare la reiterazione delle stesse, che il Pubblico Ministero ha disposto con urgenza il sequestro preventivo delle strutture del locale, risultate carenti sotto il profilo della sicurezza. Infine, sono state rilevate sull’immobile difformità relative alle norme in materia urbanistico/edilizia.

“L’attività appena conclusa- commenta l’assessore alla Sicurezza, Jamil Sadegholvaad- sottolinea il costante impegno con il quale gli Operatori di Polizia Locale svolgono il loro operato, per  contrastare il fenomeno dell’  Abusivismo Commerciale lungo l’intero arco dell’anno, inverno compreso, investendo uomini e risorse per la tutela e la pubblica sicurezza. Gli ottimi risultati di questo avvio di estate sul fronte della lotta al commercio non autorizzato attraverso una strategia articolata ‘a mare’ e ‘a monte’ sono la perfetta testimonianza di questo impegno, sinergico peraltro con la Prefettura e le forze dell’ordine”.

Altarimini, it, 10/07/2015

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.