Pastore cinese torturato in prigione. Dopo il suo rilascio continua ad essere perseguitato

Nonostante sia stato rilasciato dalla prigione mesi fa, un pastore ecclesiastico in Cina è ancora sotto la sorveglianza governativa mentre la persecuzione in tutto il paese aumenta.

China Aid una fondazione cristiana senza scopi di lucro che si concentra sulla sensibilizzazione degli abusi dei diritti umani in un suo reportage riferisce che Yang Hua, che è stato imprigionato dopo essere stato accusato di “divulgazione di segreti di stato”, continua a essere “perseguitato dai funzionari ovunque vada”, benché sia stato rilasciato a giugno, dalla prigione.

Yang, pastore della Living Stone Church, la più grande chiesa di Guiyang, capitale della provincia di Guizhou, nel sud-ovest della Cina, è stato preso in custodia dalla polizia nel 2015 dopo aver tentato di impedire alle autorità di confiscare un hard disk della chiesa.

Durante il periodo trascorso in prigione, il pastore ha subito ripetute torture  provocando molti problemi di salute. L’insufficiente assistenza medica carceraria gli ha causato l’impossibilità di camminare per settimane.secondo quanto riferito  solo dopo l’intervento dei suoi avvocati fu portato in ospedale per le cure mediche.

China Aid aveva precedentemente denunciato che durante la sua detenzione, le autorità si erano rifiutate di lasciare che la sua famiglia vedesse Yang e la sua rappresentanza legale e avrebbero riferito di minacce e vari metodi di tortura nel tentativo di estorcergli una confessione.

Eppure, in una lettera scritta a sua moglie nel 2016, Yang descrisse come Dio aveva usato il tempo del dolore e dell’incertezza per la Sua gloria.

“Questo è un buon posto dove riposare, dove sono separato dal resto del mondo e mi sento più vicino a Dio”, scrisse della sua cella di prigione. “Non riesco più a sentire il rumore clamoroso, ma posso ascoltare meglio la voce del Signore.”

Il pastore ha aggiunto: “Il vero riposo non ha nulla a che fare con l’ambiente, non importa se le onde sono tranquille o il mare fa rumore, i nostri cuori riposano in Dio, proprio come un bambino svezzato dorme tra le braccia della madre. Dio ha usato questo metodo speciale per dare un dono particolare alla nostra famiglia, accettiamo con cuore riconoscente “.

Anche se Yang tenta di riprendersi dal suo periodo di detenzione, la persecuzione attorno a lui continua ad aumentare, osserva China Aid. Di recente, più di 10 chiese sono state chiuse dalle autorità e le congregazioni non registrate composte da più di 50 persone sono state costrette a diventare chiese ufficiali o a subire le rappresaglie delle autorità.

Bob Fu, capo del China Aid, ha dichiarato al Congresso a settembre che la persecuzione dei cristiani e di altre minoranze religiose in Cina è più intensa dalla Rivoluzione Culturale.

Fu ha avvertito che tale persecuzione si è intensificata solo, dal momento che il Movimento Autoptico Patriottico e il Consiglio cristiano cinese (gli organi protestanti di stato cinesi) hanno sviluppato un piano quinquennale per “promuovere la sinicizzazione del cristianesimo”.

Secondo The Christian Post.”Il piano ha chiarito che” Sinicizzazione del cristianesimo “significa cambiare” il cristianesimo in Cina “in” cristianesimo cinese , il cuore e l’anima della Sinicizzazione  è anche quello di proporre una nuova traduzione della Bibbia e riscrivere i commenti biblici”

Fu asserisce che: “Ci sono linee nella nuova Bibbia  che non dovrebbe apparire occidentalizzata e dovrebbe sembrare cinese e riflettere l’etica cinese del confucianesimo e del socialismo. L’Antico Testamento sarà modificato, il Nuovo Testamento avrà nuovi commenti per interpretarlo.”

Inoltre, il piano quinquennale difende “l’incorporazione degli elementi cinesi nei servizi di culto della chiesa, inni e canzoni, abbigliamento del clero e lo stile architettonico degli edifici ecclesiastici”.

“All’inizio di ogni servizio di culto in chiesa, il coro della chiesa deve cantare alcune canzoni rivoluzionarie comuniste che lodano il partito comunista prima di cantare le canzoni di culto”.

Secondo la World Watch List 2018 di Open Doors USA, la Cina è il 43 ° peggiore paese al mondo per quanto riguarda la persecuzione cristiana.

Traduzione a cura della Laogai Research Foundation Italia ONLUS


Fonte: The Gospel Herald,04/10/2018

Versione inglese:

Tortured Chinese Pastor Remains Under Government Surveillance Months After Release from Prison

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.