Uiguri: controllo delle nascite e “l’anti-terrorismo”

La Uyghur American Association (UAA) crede che le recenti proposte di lunga data formulate dai funzionari cinesi, non si occuperanno dei rancori politici, economici, sociali e culturali nel Turkestan orientale. Le misure mirano a punire collettivamente gli Uiguri nel sud del Turkestan orientale per un aumento delle tensioni.

Lo schema di governo atto a costruire interi nuovi insediamenti (Fonte: The Telegraph, 19.08.2014) prevalentemente in prossimità delle città uigure nel sud del Turkestan orientale, ed il piano annunciato dal segretario del Partito, Zhang Chunxian, di limitare le minoranze (Fonte: Bloomberg, 06.08.2014) nel sud della regione con la politica del figlio unico, porterà solo ad emarginare gli Uiguri ed aumentare la loro diffidenza verso le autorità cinesi.

La Uyghur American Association crede anche queste proposte non siano un sincero tentativo per portare la pace nella regione, in particolare nel contesto di una serie di politiche che hanno esacerbato le tensioni nel Turkestan orientale. I funzionari cinesi possono solo portare genuina stabilità Turkestan orientale con una fondamentale riforma delle politiche conseguita attraverso un dialogo significativo che pone gli Uiguri come i responsabili delle decisioni del loro sviluppo futuro.

Questa mappa, basate su dati del 2011 dimostrano la forte correlazione tra la popolazione degli Uiguri e basso PIL pro capite, soprattutto nel sud del Turkestan orientale.

Xinjiang-GDP-and-Ethnicity-map

Fonte: Uyghur American Association, 20/08/2014

English versionChinese government proposals intended as collective punishment, further marginalize the Uyghur people in southern East Turkestan

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.