Ue, antitrust apre indagine su offerta ChemChina per Syngenta

L’autorità antitrust dell’Unione Europea ha aperto un’indagine legata all’offerta da 43 miliardi di dollari del gruppo chimico pubblico cinese ChemChina sulla società svizzera del settore agro-industria Syngenta. La Commissione europea ha detto che la fusione può creare problemi alla concorrenza in alcuni mercati.

“L’accordo porterebbe alla combinazione di una società leader nel settore fitosanitario con uno dei suoi principali concorrenti. Dobbiamo quindi valutare con attenzione se la fusione proposta porterebbe a prezzi più elevati o a una riduzione delle possibilità di scelta per gli agricoltori”, ha detto il commissario europeo Margrethe Vestager.

La Commissione deciderà entro il 15 marzo se dare o meno il via libera all’accordo.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.


Fonte: reuters, 29 ott 16

English article: WSJ, Syngenta and ChemChina Miss EU Deadline for Antitrust Remedies

Articoli correlati:

La basilese Syngenta diventa cinese. Preoccupazioni concorrenza e posti di lavoro

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.