Traffico illecito di bambini : Condannata a morte l’ostetrica killer Zhang Shuxia

Pechino, 14 gen. – E’ stata condannata a morte con sospensione della pena per due anni, Zhang Shuxia, l’ostetrica che aveva venduto sette bambini nati nell’ospedale in cui lavorava ai trafficanti di esseri umani.

Lo ha rivelato la Corte Intermedia del Popolo della città di Weinan, nella Cina settentrionale, in un post sul proprio account Weibo. La donna era stata processata il 30 dicembre scorso. La condanna a morte con sospensione della pena per due anni equivale, generalmente, all’ergastolo, in Cina. “Zhang ha abusato della sua posizione di medico per fabbricare rapporti falsi sui neonati, diagnosticando difetti congeniti o malattie incurabili” ha dichiarato la Corte.

Nella foto l’ostetrica Zhang Shuxia

“In tribunale Zhang è rimasta in silenzio per tutto il tempo guardandosi intorno in cerca di qualcuno. E non ha dichiarato se intende ricorrere in appello” ha riferito la televisione nazionale CCTV.

La donna lavorava all’ospedale di Fuping, nella provincia settentrionale dello Shaanxi. Per sottrarre i bambini ai genitori, spesso diceva loro che i piccoli erano morti o li persuadeva ad abbandonarli spiegando loro che soffrivano di gravi malattie.

Zhang era stata accusata nel luglio scorso da una donna di nome Dong, di avere rapito il suo bambino, dopo essere stata informata che il figlio appena appena nato aveva problemi di salute. Il piccolo è stato successivamente ritrovato in buone condizioni di salute nella provincia settentrionale dello Henan.

In un altro caso, la donna aveva consegnato ai trafficanti due gemelle: ai genitori aveva detto che una delle due era morta poche ore dopo il parto, mentre l’altra aveva problemi di mobilità sia alle braccia che alle gambe. Un altro bambino che la donna aveva venduto venne in seguito ritrovato morto. Per ogni bambina venduta ai trafficanti la donna riceveva ventimila yuan, poco più di 2400 euro, mentre per ogni maschietto ne prendeva 47000, circa 5700 euro.

Nei primi dieci mesi del 2013, secondo i dati ufficiali, sono stati 24mila i bambini salvati dai trafficanti, anche se il dato complessivo dei rapimenti di bambini potrebbe essere molto più elevato. Oltre alla donna e ad alcuni dei trafficanti suoi complici, sono finiti in manette anche altre cinque persone che lavoravano all’ospedale di Fuping. Zhang, secondo quanto scrive l’agenzia di stampa Xinhua, potrebbe essere responsabile, in totale di 26 casi di rapimenti di neonati per la vendita ai trafficanti di esseri umani.

Agi China,14/01/2014

Articoli correlati
Cina: Dottoressa confessa sottrazione e vendita di neonati

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.