Torturatore del Falun Gong punito dal Dipartimento di Stato americano.

Un capo della polizia di Xiamen, Fujian, è stato descritto dal PCC come un “eroe”, che lavora 12 ore al giorno contro gli xie jiao. Gli Stati Uniti invece ritengono che sia un criminale.

 

Huang Yuanxiong : il torturatore

 

Il 10 dicembre 2020, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha agito contro il capo Huang Yuanxiong della stazione di polizia di Xiamen Public Security Bureau Wucun a Xiamen, Fujian, in base alla sezione 7031 (c) del Dipartimento di Stato, operazioni estere e programmi correlati Legge sugli stanziamenti 2020. La sezione 7031 (c) autorizza il Segretario di Stato a negare l’ingresso negli Stati Uniti ai funzionari stranieri coinvolti in gravi violazioni dei diritti umani e ai loro familiari diretti. Il divieto è stato esteso alla moglie di Huang.

Secondo il Dipartimento di Stato, Huang è “accusato di violazioni particolarmente gravi della libertà religiosa dei praticanti del Falun Gong, vale a dire il suo coinvolgimento nella detenzione e nell’interrogatorio dei praticanti del Falun Gong per aver praticato il loro credo. (…) Il mondo non può restare a guardare mentre il governo della RPC perpetra orribili e sistematici abusi contro le persone in Cina, inclusa la violazione del diritto riconosciuto a livello internazionale alla libertà di pensiero, coscienza e religione o credo “.

La polizia del Fujian è nota per il suo uso della tortura contro i praticanti del Falun Gong. Secondo il Falun Gong, Huang una volta è stato elogiato per aver lavorato contro i devoti xie jiao 12 ore al giorno, senza andare in vacanza, e descritto come una sorta di “monaco” o “santo” del PCC. Il movimento, tuttavia, riferisce che il “santo” Huang ha certamente preso tangenti per liberare i prigionieri – solo che presto saranno di nuovo arrestati.

Il Falun Gong menziona il caso di Ye Guohua, un insegnante di scuola superiore, arrestato e detenuto quattro volte tra il 2002 e il 2018. La salute di Ye era stata compromessa dalle continue torture e nel 2018 la sua famiglia, a cui è stato chiesto di pagare un’altra “sicurezza”, è andata a alla stazione di polizia e lo hanno trovato morto per cause non specificate.

Il ministero degli Esteri cinese ha obiettato che tutte le prove contro Huang provengono dallo stesso Falun Gong e dai suoi media, che sono controversi anche in Occidente per i loro atteggiamenti politici. In effetti, una fonte del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha detto a Bitter Winter che la decisione non si basa su ritagli di stampa e che gli avvocati del Falun Gong hanno presentato una voluminosa denuncia con centinaia di documenti. “In effetti, la nostra fonte ha commentato, se tutti fossero meticolosi come il Falun Gong nel raccogliere tutti i tipi di documenti a sostegno delle loro accuse, ci sarebbero molti più divieti contro i violatori dei diritti umani ai sensi della Sezione 7031 (c)”.

Traduzione di Giuseppe Manes, Arcipelago laogai: in memoria di Harry Wu

Fonte: Bitter Winter, 14/12/2020

Versione inglese:

Falun Gong Torturer Punished by U.S. Department of State

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.