Torino, a Porta Palazzo sequestro record a un commerciante cinese: 26 milioni di prodotti pericolosi ritirati

Torino, a Porta Palazzo sequestro record a un commerciante cinese: 26 milioni di prodotti pericolosi ritirati, coinvolto anche un negoziante bengalese.

La Guardia di Finanza ha portato a termine il più grande sequestro della storia del Piemonte a Torino, a Porta Palazzo.
Sono stati ritirati ben 26 milioni di prodotti potenzialmente pericolosi a un commerciante cinese. Un altro blitz, di dimensioni più contenute, è stato condotto anche nei confronti di un commerciante bengalese di San Salvario.
Nelle due ispezioni, le forze dell’ordine hanno trovato una quantità incredibile di articoli pericolosi all’interno del deposito del commerciante asiatico, che si trova appunto nelle vicinanze del grandissimo mercato di Porta Palazzo.
Qui, la Fiamme Gialle hanno ritirato oltre un milione di accessori d’abbigliamento, che sono stati realizzati con pasta vitrea, ceramica e con gli inserti composti di rame e nichel. Questi oggetti venivano presentati in maniera fittizia come pietre preziose e argento, quando in realtà la qualità del prodotto era ovviamente ben più scadente.
Tra gli altri oggetti sequestrati sono stati rinvenuti anche almeno 1200 giocattoli ritenuti non sicuri, che, in caso di contatto con i bambini, possono creare ai piccoli problemi di varia natura.
I due blitz si sono conclusi con la denuncia dei titolari, accusati di frode in commercio. Ora, il cinese e il bengalese rischiano seriamente di incorrere in multe e sanzioni che vanno anche oltre i 25mila euro.
Mole 24, 6/09/2018

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.