Tifone si rafforza mentre si dirige verso Sud della Cina

Il tifone che ha provocato almeno dieci morti nelle Filippine oggi sta acquistando nuova potenza dalle calde acque del mare cinese meridionale e si sta dirigendo sulla costa cinese a est di Hong Kong. Le stime dei danni provocati nella zona settentrionale delle Filippine dal tifone Megi sono state ostacolate finora dalla difficoltà di accesso alle zone colpite dovuta al blocco di alcune strade e alle cattive condizioni meteorologiche. Megi è un “super tifone” con raffiche di vento che lunedì, quando ha colpito la provincia di Isabela, hanno superato i 250 chilometri orari. “In quelle zone ci potrebbero essere molte persone che hanno bisogno di aiuto e assistenza, è necessario recarsi lì oggi e valutare come il governo può aiutarli”, ha detto in un’intervista radiofonica il ministro del Welfare, Corazon Soliman. L’Agenzia che si occupa della gestione dei disastri ha detto che in base alle stime parziali del dipartimento dell’Agricoltura ci sono danni a 105.000 tonnellate di riso. Inutilizzabili anche circa 33.000 tonnellate di grano. Il tifone ha perso potenza mentre si trovava sopra la terra ma si sta rafforzando ora che si trova sopra il mare.

Fonte: Reuters Italia, 20 ottobre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.