TIBET; UGO CASSONE – LUCA GRAMAZIO (PDL) INCATENATI DAVANTI AMBASCIATA CINESE PER PROTESTA

«Nessuno può e deve dimenticare quanto continua ad avvenire in Tibet, soprattutto oggi nella ricorrenza dell’esilio del Dalai Lama a seguito della rivolta di Lhasa, repressa nel sangue dalle guardie di Mao. Proprio per questo, oggi abbiamo deciso di incatenarci di fronte all’ambasciata cinese in segno di protesta per la violazione dei diritti umani che continua a perpetrarsi in Cina e per questa nostra azione siamo stati fermati dalla Polizia. Vogliamo esprimere tutta la nostra vicinanza e solidarietà al Dalai Lama, nostro illustre concittadino, e a tutto il popolo tibetano che quotidianamente difende il proprio diritto alla sua identità attraverso una politica di dialogo non violento per il riconoscimento della libertà e dell’autonomia del loro paese. Per queste ragioni proseguiremo nella campagna di boicottaggio dei prodotti made in china e invitiamo a riflettere sulla politica di oppressione, anche economica, attuata dalla Cina che sta seriamente provando i mercati a discapito della qualità dei prodotti e dei legittimi interessi nazionali».

Lo hanno dichiarato Ugo Cassone e Luca Gramazio, consiglieri Pdl del Comune di Roma.

Per vedere l’azione Clicca qui

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.