TIBET: la scrittrice e poetessa Tsering Woeser arrestata all’aeroporto di Lhasa.

La poetessa e scrittrice Tsering Woeser sul suo account in Twitter afferma che le autorità cinesi durante il fermo di tre ore mentre si trovava all’aeroporto di Lhasa per lasciare la capitale tibetana, è stata interrogata e intimidita e che hanno controllato i suoi oggetti personali.

” Il Personale di sicurezza cinese mi ha fermato prima che lasciassi il cancello principale di partenza,” ha detto Woeser.

“Mi hanno sottoposto ad un interrogatorio e hanno ispezionato minuziosamente la mia borsa con i miei effetti personali, scattando foto della mia lingerie, medicine, cosmetici, libri ,DVD e hanno copiato tutto il contenuto del mio computer. Inoltre hanno accuratamente controllato il mio cellulare.”

La Woeser dichiara che è stata intimidita aveva durante l’interrogatorio di tre ore dalla sicurezza aero portuale.

“L’anno scorso ho avuto lo stesso problema, ma questa volta l’unica cosa che non riuscivo a tollerare era che hanno interrogato anche mia madre di 72 anni il 7 di Agosto, il giorno precedente.

La madre vive a Lhasa, nella capitale della regione autonoma Tibet (TAR).

Le autorità mi hanno comunicato che sarebbero state ” intraprese delle azioni” nei miei riguardi in quanto la mia condotta durante il soggiorno a Lhasa è stata giudicata inaccettabile.

In passato la Woeser ha criticato le politiche restrittive di Pechino in Tibet ed è stata messa sotto stretta sorveglianza, in particolare durante le visite di dignitari occidentali verso la capitale cinese.

Il mese scorso, è stata posta agli arresti domiciliari insieme a suo marito nella sua casa di Pechino prima dell’inizio dei colloqui annuali tra funzionari cinesi con una delegazione statunitense guidata dal Segretario di Stato John Kerry.

La scrittrice afferma che questa azione è avvenuta dopo che lei ha  inserito su Twitter e Facebook la notizia dell’invito di funzionari dell’ambasciata degli Stati Uniti per partecipare ad un meeting.

Il Dipartimento di Stato americano in una dichiarazione dopo che la scrittrice ha vinto il premio “Donna di coraggio” nel 2013″, viene citata come la più prominente attivista dei diritti umani in Tibet .Il suo sito web è invisibile in Tibet, insieme con la sua poesia,  la saggistica e gli scritti. Ha dato voce a milioni di tibetani ai quali è stato impedito di divulgare notizie al mondo grazie alla politica persecutiva del governo cinese nel tentativo di arginare il flusso di informazioni

Le è stato impedito di lasciare la Cina per raccogliere il premio di persona.

Radio Free Asia,08/08/2014

English version,Radio Free Asia,click here:

Tibetan Writer Woeser Detained on Arrival at Lhasa Airport

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.