- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Tibet: nuova tragica protesta contro l’occupazione cinese. Uomo si è dato fuoco

Sabato sera una persona non identificata si è data fuoco in Tibet, nella città di Ngaba (Sichuan), per protestare contro la dominazione cinese. Un video che circola sui social media mostra una persona avvolta dalle fiamme. Il luogo dove è avvenuto il triste episodio viene definito il “viale dei martiri”, dove molti tibetani si sono immolati dal 2009. Il video è stato girato dall’interno di un veicolo con un telefono cellulare. L’incidente ha avuto luogo intorno alle 14:30, ora locale.

Fermo immagine della auto immolazione

Il corpo avvolto dalle fiamme è stato portato via dalla polizia cinese.

Non vi è alcuna informazione sulla vittima, se si tratti di un laico o di un monaco o se l’auto immolatore sia sopravvissuto o meno.

La posizione ufficiale del governo tibetano in esilio sulla questione dell’auto immolazione ha invitato caldamente i tibetani ad astenersi dall’atto. Il governo centrale tibetano per conto del presidente dichiara su Tibet.net che “il governo cinese dovrebbe affrontare le legittime lamentele del popolo tibetano e rivedere le loro politiche senza successo che hanno generato la triste situazione dei tibetani che ricorrono all’auto immolazione per protestare contro il governo cinese in Tibet”.

Proprio il mese scorso, il 26 novembre, un anziano monaco di nome Tenga si è auto immolato ed è morto nella contea di Kardze, nella regione orientale del Kham del Tibet.

Con questo estremo e doloroso gesto viene portato il bilancio delle persone che si sono date fuoco  a 151.

Traduzione Laogai Research Foundation Italia Onlus: “L’altra Cina: in ricordo di Harry Wu”


Fonte: Phayul, 23 dic. 2017

English article: Phayul, Unidentified person self immolates in Ngaba, toll reaches 151 [1]

English article and video: Mirror.co.uk, Horrifying footage shows ‘monk setting himself on fire’ outside monastery ‘in protest over Chinese occupation of Tibet [2]