Tibet: L’Organizzazione Gu-Chu-Sum (Movimento del Tibet) condanna il mendace ” Libro bianco della Cina “

Phayul November 07, 2013

Dharamsala, 6 novembre: L’organizzazione Gu-Chu-Sum Movimento del Tibet, ha condannato il recente Libro bianco della Cina dal titolo ” Gli ex prigionieri politici , sviluppo e progresso del Tibet “ e ha effettuato una raccolta di firme per protestare contro l’ingresso della Cina nel Consiglio dei diritti umani .

Condannando il Libro bianco che sostiene lo sviluppo completo e rapido progresso nel corso degli ultimi 60 anni in Tibet, Passang Tsering, il neoeletto Presidente della organizzazione, ha detto, ” Mentre la Cina cerca di ingannare il mondo ritraendo il Tibet come una società politica stabile e la sua persone vivono felicemente, in realtà, non vi è alcun diritto politico in Tibet ei tibetani sono stati sottoposti a torture imputati di turbare la stabilità sociale. La politica cinese è ingiusta e iniqua “.

(Nella foto: Il Vicepresidente Namgyal Doklar (a sinistra), il  presidente Passang Tsering (al centro) e il  Segretario Kungam durante la conferenza stampa. )

Aggiunge che il governo cinese è la vera causa di instabilità sociale in Tibet.

Le cifre del Libro bianco apparentemente mostrano un aumento del numero di studenti, del prodotto regionale lordo, il reddito pro-capite al netto degli agricoltori e dei pastori e il reddito disponibile degli abitanti delle città in Tibet.

“Anche se c’è qualche sviluppo nella città di Lhasa e di alcune città, ma la gente che vive in questi luoghi sono per lo più coloni cinesi e i benefici di questo sviluppo materiale è ad esclusivo loro vantaggio” e che la maggior parte dei tibetani residenti nei villaggi e nei campi nomadi mai hanno beneficiato del governo cinese. “

Il Libro bianco della Cina accusa il leader spirituale tibetano in esilio, il Dalai Lama e la sua ‘cricca’ di attività separatiste di sabotare il Tibet il suo ‘sviluppo e la stabilità’.

Come parte della campagna di protesta contro la Cina, l’organizzazione degli ex prigionieri politici hanno raccolto oltre duemila firme e ha esortato gli Stati membri dell’ONU a non votare per l’ingresso della Cina nel Consiglio dei diritti umani.

La Cina nega sistematicamente i diritti umani fondamentali dei Tibetani e degli UigHuri,

Le firme saranno inviate a tutti gli stati membri delle Nazioni Unite e al Consiglio dei diritti umani. L’elezione per l’ingresso nel Consiglio dei diritti umani è previsto che per il 12 novembre di quest’anno.

English Version:

http://www.phayul.com/news/article.aspx?id=34178&article=Gu-Chu-Sum+condemns+China’s+White+Paper&t=1&c=1

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.