- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Suore tibetane costrette a dichiarare lealtà al PCC

Radio Free Asia riferisce che nel monastero di  Shugsep vicino a Lhasa , suore tibetane sono state costrette a dichiarare la loro lealtà a Pechino e al Partito comunista cinese (PCC)  attraverso il “training politico” . Si tratta di una campagna condotta dal comitato direttivo del loro convento e da “cooperative femminili” controllate dallo stato.


Il Centro tibetano per i diritti umani e la democrazia (TCHRD) ha condannato l’azione, esprimendo preoccupazione per il fatto che trova questa azione “estremamente preoccupante”. Il direttore dell’organizzazione Tsering Tsomo ha denunciato che la Cina ha recentemente intensificato la sua attività per costringere monaci e monache tibetani a mostrare la loro lealtà nei loro confronti, con particolare enfasi sulla sua pretesa di determinare il successore di Sua Santità il 14 ° Dalai Lama.

I rappresentanti delle comunità buddiste in tutta la regione himalayana hanno recentemente  respinto la pretesa  di controllo di Pechino sulla successione di Sua Santità [1] sostenendo una risoluzione di alti capi religiosi tibetani alla 14 ° Conferenza religiosa tibetana in associazione con l’Amministrazione centrale tibetana (CTA) a Dharamshala.

Una politica dei quattro valori introdotta nella regione autonoma del Tibet (TAR) nel 2018 impone a monaci e monache di dimostrare “affidabilità politica”, “integrità morale in grado di impressionare il pubblico”, volontà di “svolgere un ruolo attivo nei momenti critici” e competenza in Studi buddisti.

Human Rights Watch il 30 ottobre dello scorso anno ha dichiarato che nel perseguimento del tentativo cinese di “Sinicizzazione della religione” in Tibet, Pechino sta costringendo monaci scelti nelle aree della Regione Autonoma del Tibet  a sottoporsi a un addestramento politico progettato per creare un nuovo corpo di insegnanti buddisti esperti nell’ideologia statale .

Il direttore di TCHRD parlando con RFA  sulla coercizione politica della Cina sui monaci tibetani ha detto: “Costringere monaci e monache tibetani a obbedire ai regolamenti riveduti del governo comunista sugli affari religiosi sotto forma delle ” Quattro norme è estremamente preoccupante”.

Traduzione a cura di Arcipelago Laogai: in memoria di Harry Wu

Fonte: Phayul,09/12/2019 [2]

English article: Tibetan nuns forced to declare loyalty to CCP  [2]