Suore espulse da Larung Gar sono detenute in un campo a Kardze

Centinaia di suore tibetane espulse dall’ “Larung Gar Buddhist Academy” di Sichuan sono ospitate in un campo desolato costituito da capanne di cemento nella prefettura Kardze. Una fonte locale ha riferito che il campo, contando ora più di 800 suore, è stato costruito dalle autorità cinesi vicino al villaggio Ahkyab.

“Le suore hanno cominciato a muoversi in questa nuova struttura il 1 dicembre e sono state costruite 700 case con il tetto in metallo, con uno o due suore che vivono in ogni casa a due piani. Questo è un campo temporaneo per le suore espulse dal Larung Gar e che venivano dal Kardze” ha aggiunto.

Molte migliaia di tibetani e cinesi Han, una volta studiato presso il complesso Larung Gar, che è stata fondato nel 1980 dal maestro religioso Khenpo Jigme Phuntsok ed è uno dei centri più grandi e più importanti del mondo per lo studio del buddhismo tibetano. Ora, circa 9.000 persone sono state espulse dalle abitazioni che un tempo costeggiavano le colline intorno al monastero.

“La demolizione continua, e così fa l’espulsione delle monache. Si dice che da 600 a 1.000 case nella valle Tashi saranno abbattute presto”, ha detto la fonte a Radio Free Asia.


Traduzione a cura della Laogai Research Foundation

Fonte: Radio Free Asia,  10 dic 16

English article: Expelled Larung Gar Nuns Held in Camp in Kardze

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.