- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Studenti per un Tibet libero: Giornata mondiale di azione per il Tibet e Mongolia meridionale.[video]

All’inizio di questo mese decine di migliaia di mongoli nella Mongolia [1] meridionale hanno protestato ovunque, dalle strade alle aule nelle scuole, rispondendo a un nuovo programma di studi che imporrebbe materie fondamentali: politica, storia, lingua e letteratura, da insegnare in cinese anziché in mongolo.

I mongoli si sono impegnati in atti di resistenza creativi, audaci e stimolanti come firmare petizioni [2], scrivere striscioni di protesta con una bellissima calligrafia mongola e boicottare le lezioni nelle aule. Questo atto di cancellazione linguistica fa parte di un più ampio sforzo sistematico per togliere l’istruzione della lingua madre a mongoli, uiguri e tibetani e sostituirla con l’insegnamento della lingua cinese. Il nostro amico, Enghebatu Togochog, direttore dell’ONG con sede a New York Southern Mongolian Human Rights Information Center, ha definito le proteste un “movimento di resistenza alla disobbedienza civile” e ha chiesto ai sostenitori di firmare questa petizione online. Qui a Students for a Free Tibet, abbiamo visto attacchi simili da parte del governo cinese alla lingua tibetana all’interno del Tibet, e anche i tibetani si sono sollevati in difesa della loro lingua molte volte negli ultimi anni. Siamo solidali con i mongoli nella Mongolia meridionale mentre difendono il loro diritto di imparare e ricevere insegnamenti nella loro lingua.

 

[3]

Proteste che si svolgeranno in tutto il mondo per GDA

 

Mentre ci prepariamo per Resist China: Global Day of Action [4], ci uniamo ai nostri sostenitori e oltre cento organizzazioni che sostengono il movimento, una forza di coalizione dinamica di tibetani, uiguri, mongoli meridionali, Hong Kong, taiwanesi, cinesi e tutti i popoli che resistono alla tirannia del Partito Comunista Cinese. Siamo forti insieme, da Washington a Londra, da Dharamsala a Taipei e da Sydney al Messico per protestare in oltre quaranta città in tutto il mondo il 1 ° ottobre, l’anniversario della fondazione della Repubblica popolare cinese. Ti preghiamo di salvare la data e di unirti a noi. Per saperne di più su GDA visita www.ResistChina.org [5].

Questa estate, abbiamo lanciato “108 per il Tibet” per coinvolgere centootto nuovi donatori mensili principali per SFT. Siamo così felici di annunciarvi che abbiamo raggiunto il nostro obiettivo con centodiciassette nuovi donatori! Piccole donazioni mensili consentono a SFT di avere una fonte consistente di sostegno finanziario che trasformiamo in azione per il Tibet. Il vostro sostegno è urgente e  necessario per la nostra prossima Giornata di azione globale per sfidare l’occupazione cinese del Tibet. Puoi fare clic sulla foto qui sotto per iscriverti ora e sostenere le nostre iniziative come il Global Day of Action. Resisti alla Cina e unisciti alla Resistenza.

*108 è un numero sacro per il buddismo tibetano. È il numero degli antidoti per i peccati.

108 for Tibet [6]

Fonte: SFT,12/09/2020 [7]

Traduzione Evaristo Cicatiello ,Arcipelago laogai : in memoria di Harry Wu

Articolo in inglese:

Earlier this month tens of thousands of Mongolians [8] in Southern Mongolia protested everywhere from the streets to the classroom, responding to a new curriculum that would mandate core subjects – politics, history, language, and literature, to be taught in Chinese rather than in the Mongolian language. Mongolians engaged in creative, bold, and inspiring acts of resistance such as signing petitions, writing banners of protest in beautiful Mongolian calligraphy, and boycotting classrooms. This act of linguistic erasure is part of a larger systematic effort to take away mother tongue education for Mongolians, Uyghyrs, and Tibetans and replace it with Chinese medium teaching. Our friend, Enghebatu Togochog, Director of the New York-based NGO Southern Mongolian Human Rights Information Center, called the protests a “Civil disobedience resistance movement,” and has asked supporters to sign this online petition. [9] Here at Students for a Free Tibet, we have seen similar attacks by the Chinese government on Tibetan language inside Tibet, and Tibetans have also risen up in defense of their language many times over the recent years. We stand in solidarity with Mongolians in Southern Mongolia as they defend their right to learn and be taught in their own language.

As we prepare for the Resist China: Global Day of Action [10] we join with our allies and over one hundred movement-based organizations, a dynamic coalition force of Tibetans, Uyghurs, Southern Mongolians, Hong Kongers, Taiwanese, Chinese, and all peoples resisting the Chinese Communist Party tyranny. We stand strong together from Washington, D.C. to London, Dharamsala to Taipei, and Sydney to Mexico to protest in over forty cities across the world on October 1st, the founding anniversary of the People’s Republic of China. Please save the date and join us. To learn more about GDA visit www.ResistChina.org. [11]

This summer, we launched 108 for Tibet to engage one hundred and eight new core monthly donors for SFT. We are so happy to share that we have reached our goal with one hundred and seventeen new donors! Small monthly giving allows SFT to have a consistent source of financial support that we turn into action for Tibet. Your support is urgently needed for our upcoming Global Day of Action to challenge China’s occupation for Tibet. You can click the photo below to sign up now and support our initiatives like the Global Day of Action. Resist China and Join the Resistance!