La Soluzione per il Tibet- Appello di Pema Yoko vice direttore SFT International ai leader mondiali (Video)

Il mio popolo negli ultimi 60 anni ha sofferto l’occupazione cinese. Oltre 130 tibetani si sono autoimmolati dal 2009 come risposta diretta alla repressione cinese inTibet. Nella loro protesta, hanno hanno invocato la libertà e il ritorno del Dalai Lama in Tibet.

Ma il governo cinese continua a opprimere violentemente i tibetani, negando i più elementari diritti umani.

L’unica cosa per attirare l’attenzione della Cina e costringerla ad una modifica delle loro loro politica repressiva in Tibet è l’azione congiunta di leader mondiali.

Nella  foto Pema Yoko

L’azione congiunta dei leader mondiali può far pressione sulla Cina per riuscire finalmente a risolvere la crisi in Tibet.

Agendo insieme e con coraggio, potranno utilizzare gli strumenti diplomatici a loro disposizione per garantire maggiori concessioni dalla Cina e fornire ai nostri governi maggiori mezzi di protezione contro le minacce della Cina.

Per i governi resistere alle prepotenze della Cina non sarà facile. Ma abbiamo avuto una risposta incoraggiante da funzionari in diversi paesi e governi chiave che sono disposti a dare una prova di questa strategia.

Una moltitudine di persone con il loro sostegno darà una spinta a questo nuovo impulso.

Intervieni con me oggi e condividi la mia soluzione per il Tibet con il mondo.

Se si parla di noi a sufficienza, possiamo far sapere ai nostri leader mondiali di unirsi e mettere la parola fine alla sofferenza in Tibet.

Firma la petizione: http://TibetSolution.org/

Pema Yoko – SFT International/Laogai Research Foundation,09/07/2014

Traduzione di Gianni Taeshin Da Valle,Laogai Research Foundation

English version:

The Tibet Solution – Pema’s Appeal to World Leaders

My people have suffered for the past 60 years under Chinese occupation. Over 130 Tibetans have lit their bodies on fire since 2009 as a direct response to China’s repression in Tibet. In their fiery protest, they called for freedom and the return of the Dalai Lama to Tibet. But the Chinese government continues to violently oppress Tibetans, denying the most basic human rights.

The only thing that will grab China’s attention and compel them to back away from their repressive policies in Tibet is joint action by world leaders.

Joint action by world leaders can pressure China to finally work towards resolving the crisis in Tibet. By acting collectively and courageously, they can use the diplomatic tools available to them to secure greater concessions from China and provide our governments greater protection from China’s punitive threats.

Getting governments to stand up to China’s bullying won’t be easy. But we’ve had an encouraging response from officials in several countries and key governments appear willing to give this strategy a try.

A storm of public support now will give this new approach the boost it needs.

Take action with me today and share my Tibet Solution with the world.

If enough of us speak out, we can move our world leaders to unite to finally end the suffering in Tibet.

Video appeal ,Pema Yoko:

Sign Petition: http://TibetSolution.org/

Pema Yoko – SFT International/Laogai Research Foundation, 09 July,2014

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.