Sequestrati a Milano 600 mila accessori per telefonia, inflitta multa da 3 milioni (Video)

Milano, 17 mar. – (AdnKronos) – Il Servizio Informativo Operativo della polizia locale di Milano ha sequestrato merce stipata in un paio di magazzini per un valore di 7/8 milioni di euro. La sanzione è di 3 milioni di euro. La merce, circa 600 mila pezzi, soprattutto accessori per la telefonia, è contraffatta e non in regola con le leggi a protezione del consumatore. Sono state denunciate amministrativamente e penalmente tre persone di origine cinese per vendita e distribuzione di prodotti classificati pericolosi.

L’indagine della polizia locale parte dai controlli e sequestri effettuati sui venditori abusivi che operano in Galleria Vittorio Emanuele II e piazza Duomo ed è arrivata prima in un negozio di via Giordano Bruno e quindi a due depositi in via Sarpi e via Boffalora, in particolare quest’ultimo con oltre mille metri quadri. Gli scaffali dei magazzini milanesi contenevano prodotti elettrici a basso consumo, batterie ed accumulatori (i cosiddetti power bank facili a surriscaldarsi e a compromettere definitivamente il cellulare cui vengono collegati per ricaricarne le batterie), aste in metallo per i “selfie”, giocattoli non a norma con le direttive comunitarie dove il marchio Ce era sostituito con un ingannevole China Export.

Inoltre gli agenti hanno trovato 10 mila coltelli con lama di 10 centimetri e apertura a scatto, prese di corrente per cavi usb (presenti nella banca dati Rapex ), laser di classe III o superiore quindi non vendibili al pubblico anche perché molto pericolosi per la retina, accendini di fantasia, colle e preparati chimici pericolosi per la salute pubblica e sigarette elettroniche.

Tutto il materiale sequestrato dalla Polizia locale proviene dalla Cina ed è privo di fatture di acquisto e bolle di sdoganamento. “I controlli quotidiani della polizia locale – dichiara il comnadante Tullio Mastrangelo comandante conducono a spezzare filiere internazionali di importazione e distribuzione di prodotti apparentemente uguali a quelli di marca ma estremamente pericolosi. Il consumatore deve essere consapevole che per risparmiare pochi euro rischia di portare a casa un oggetto scadente se non addirittura pericoloso per sé e i propri familiari” dichiara Tullio Mastrangelo comandante della Polizia locale.

Adnkronos,17/03/2015

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.