Sequestrati 2 mila 200 manufatti cinesi pericolosi per gli utenti

Le fiamme gialle hanno sottoposto a sequestro oltre 2 mila 200 articoli elettrici con marchio «Ce» contraffatto e quindi potenzialmente pericolosi per gli ignari acquirenti.

Questa volta a finire nel mirino dei finanzieri della tenenza di Pozzallo sono stati numerosi prodotti elettronici quali telefoni fissi, radio, caricatori universali, asciugacapelli, videocamere, lettori Mp3, accessori per telefonia e altra merce posti alla vendita senza essere assoggettati alle procedure di certificazione previste dalle normative dell’Unione Europea e quindi potenzialmente pericolosi.

L’attività di controllo condotta dai militari si è concentrata su un emporio di Ispica gestito da un cinese.

Nell’esercizio commerciale sono stati rinvenuti migliaia di prodotti con etichette contraffate destinati alla vendita. Gli oltre 2 mila 200 articoli sequestrati, se immessi sul mercato avrebbero fruttato oltre 30 mila euro. Il titolare è stato denunciato per introduzione e vendita nello Stato di prodotti industriali con segni mendati, di frode in commercio oltre che di ricettazione, poiché non è stato in grado di giustificare la legittima provenienza dei prodotti.

Corriere di Ragusa, 12/02/2016

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.