Scoperto in Nepal il luogo di nascita del Buddha: è del sesto secolo avanti Cristo

A portare alla luce questa struttura, interamente in legno, è stato un gruppo internazionale dell’università britannica di Durham e dell’Ente per lo sviluppo dell’area nepalese del Pashupati. E’ il primo materiale archeologico che collega la vita di Buddha ad uno specifico secolo.

ROMA – E’ stato scoperto, in Nepal, il luogo di nascita del Buddha. Descritto nella rivista Antiquity, si tratta di una struttura in legno che gli archeologi fanno risalire al sesto secolo avanti Cristo e si trova all’interno del tempio Maya Devi, nella città di Lumbini. La scoperta rappresenta il primo materiale archeologico che collega la vita di Buddha, e quindi la prima fioritura del buddismo, ad uno specifico secolo.

Nella foto gli archeologi Robin Coningham (sulla sinistra) e Kosh Prasad Acharya dirigono gli scavi nel tempio Maya Devi. Sullo fondo i monaci (fonte: Ira Block/National Geographic)

A portare alla luce questa struttura, interamente in legno, è stato il gruppo internazionale coordinato dall’archeologo Robin Coningham, dell’università britannica di Durham, e da Kosh Prasad Acharya, dell’Ente per lo sviluppo dell’area nepalese del Pashupati.

“Si conosce molto poco sulla vita di Buddha se non attraverso testi e racconti”, ha detto Coningham. “Alcuni studiosi sostengono che nacque nel terzo secolo avanti Cristo.
Noi siamo andati a scavare ed abbiamo trovato un edificio che era già lì a partire dal sesto secolo avanti Cristo”.

A sostenere questa ricerca, per uno dei luoghi più sacri di una delle religioni più antiche del mondo e che è seguita da circa mezzo miliardo di persone, sono intervenuti i governi di Nepal e Giappone e la National Geographic Society.

Gli archeologi hanno scavato all’interno del tempio Maya Devi a Lumbini, da sempre identificato come il luogo di nascita di Buddha, tanto che l’Unesco lo ha catalogato come patrimonio di interesse mondiale. Del tempio si erano perse le tracce nel periodo medioevale quando fu inghiottito dalla giungla ma fu ritrovato nel 1896. Nell’attribuirgli la “paternità” di Buddha, gli scopritori si erano basati su una data incisa su un pilastro di arenaria sul quale era descritta una visita che l’mperatore Asoka aveva compiuto al tempio. Scavando, gli archeologi hanno poi scoperto una struttura nascosta sotto una serie di templi in mattoni che hanno tutti la stessa forma.

Fino ad oggi i ritrovamenti archeologici di strutture buddiste a Lumbini erano state fatte risalire al massimo al terzo secolo avanti Cristo, come il tempio dell’imperatore Asoka, che aveva promosso la diffusione della religione buddista dall’Afghanistan al Bangladesh. Ora la nuova scoperta riporta la nascita di Buddha indietro di circa tre secoli.

Repubblica.it,25/11/2013

English Version (National Geografic):

http://news.nationalgeographic.com/news/2013/11/131125-buddha-birth-nepal-archaeology-science-lumbini-religion-history/

PRECISAZIONE :

Nessun studioso ha pensato che il Buddha nacque nel Terzo Secolo a.c! Alcuni studiosi hanno ritenuto che forse nacque nel quinto secolo, circa 486 a.c.
Questa scoperta mostra che forse la datazione della Nascita c.566 a.c. e il Parinirvana c.486 a.c. E’ CORRETTA!

Gianni Taeshin Da Valle, 26/11/2013

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.