Scoperte in Cina più di mille statue di Budda

April Holloway,Epoch Times, 20.05.2014

Alcuni archeologi hanno scoperto più di mille statue di Budda in tre cave di pietra su una parete rocciosa nella contea di Yangqu, nella provincia dello Shanxi nel Nord della Cina, secondo quanto riportato da Cina.org.cn. Sebbene non sia stata ancora determinata la datazione ufficiale, si crede che le statue risalgano alla dinastia Ming.

La dinastia Ming è stata la dinastia regnante in Cina per 276 anni (1368-1644 d.C.) in seguito al collasso della dinastia Yuan, guidata dai mongoli. Quella Ming, descritta da alcuni come «una della più grandi epoche di governo ordinato e stabilità sociale nella storia umana», è stata l’ultima dinastia in Cina governata dai cinesi di etnia Han.

La creazione di statue di pietra di Budda raggiunse il suo picco durante il periodo delle dinastie del Nord e del Sud (420-589) fino alla dinastia Tang (618-907), per cui è raro trovare delle statue di pietra di Budda della dinastia Ming.

Nella foto: L’imponente statua del Buddha nell’isola di Lantau a Hong Kong. Più di mille statue di Budda sono state scoperte in tre cave di pietra su una parete rocciosa nel Nord della Cina. (Shutterstock)

Secondo la tradizione il Buddismo è stato introdotto in Cina durante la dinastia Han (206 a.C.- 220 d.C.) dopo che un imperatore sognò un uomo dorato con la capacità di volare che si credeva fosse il Budda. Sebbene i reperti archeologici confermino che il Buddismo è stato introdotto in qualche periodo della dinastia Han, non è fiorito in Cina fino al periodo delle Sei Dinastie (220-589 d.C.).

L’anno 67 d. C. ha visto l’introduzione ufficiale del Buddismo in Cina con l’arrivo dei due monaci Moton e Chufarlan.

L’ultimo ritrovamento include statue di pietra scavate nelle pareti della grotta tra i 12 e 25 centimetri di lunghezza, secondo quanto detto da Yang Jifu, direttore dell’Ufficio del turismo del patrimonio culturale della contea. Yang ha detto che due delle grotte sono state restaurate durante la dinastia Ming, secondo le registrazioni trovate sulle due stele nella grotta.

Sebbene la scoperta sia rara e significativa, non è inaudita. Più di duemila statue furono ritrovate in un tempio in Cina nella provincia dell’Hebei negli anni 50, e nel 2012 alcuni archeologi hanno scoperto più di tremila statue di Budda, la più grande scoperta di reperti artistici dalla fondazione della Repubblica Popolare Cinese nel 1949.

La scoperta più recente contribuirà alla ricerca sullo sviluppo e sul cambiamento nell’arte religiosa nel Nord della Cina antica.

Fonte,Epoch Times- http://www.epochtimes.it/news/scoperte-in-cina-piu-di-mille-statue-di-budda—126279

English version:
Over 1,000 ancient Buddha statues uncovered in China

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.