Scontro tra polizia e residenti nella controversia sulle demolizioni forzate in Guangxi

Lo scorso venerdì, migliaia di protestanti si sono scontrati con le forze dell’ordine per protestare contro la demolizione forzata delle proprie case per creare un’area per mostre orticole. E’ avvenuto nel villaggio Liang, nel distretto di Yongning, nella regione sudoccidentale cinese di Guangxi.

Squadre antisommossa hanno disperso la folla usando spray al peperoncino, cani addestrati e manganelli. Decine di persone sono state ferite, ma fortunatamente nessuna in modo grave. Tra i colpiti anche donne e bambini.

Fonti locali dicono che lo scorso giovedì le autorità hanno provato a inviare squadre di demolitori per radere al suolo le case del villaggio di Liang, ma hanno trovato una forte opposizione. Le autorità locali hanno dunque inviato circa 1.000 agenti antisommossa, e come risposta le persone scese in piazza a protestare sono aumentate fino a contare circa 6.000 persone.

Il villaggio di Liang è ora circondato, si entra solo attraverso posti di blocchi della polizia e nessun veicolo può entrare o uscire liberamente. L’intero distretto non può essere contattato telefonicamente e tutta la zona è stata sigillata.

I protestanti accusano le autorità locali di appropriarsi indebitamente di fondi destinati a indennizzare gli espropriati. Inoltre, ai residenti è stata offerta una compensazione per le loro case molto minore rispetto il prezzo medio delle nuove residenze.

Questi scontri sono l’ennesimo episodio della rabbia montante tra i cittadini, spesso vittime di sfratti violenti, senza preavviso o dovuti processi, attuati dalle autorità locali per riappropriarsi della terra e speculare sulle attività di riqualificazione.

L’acquisizione della terra per lo sviluppo urbano spesso porta a speculazioni immobiliari su cui lucrano le autorità locali. Il fenomeno sta assumendo proporzioni sempre maggiori in tutta la Cina, portando all’esasperazione le comunità locali, che scendono in strada per protestare.

Nonostante le proteste siano in aumento, le notizie a riguardo sono insabbiate velocemente, e chiunque ne parla, anche sui social networks, rischia la galera.

Traduzione Andrea Sinnove Laogai Research Foundation Italia Onlus


Fonte: Radio free Asia, 1 mag 17
English article: Police in China’s Guangxi Clash With Residents in Demolition Standoff

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.