Scandalo vaccini in Cina: prodotti falsi per 88 milioni di dollari.

Si tratta di 12 vaccini, 2 immunoglobuline e un prodotto terapeutico per bambini non sicuri. Lo hanno denunciato i genitori e gli operatori sanitari mettendo in evidenza una mancanza di trasparenza ufficiale che circonda il problema.

Le autorità sanitarie della provincia orientale cinese di Shandong hanno reso pubblico un elenco di vaccini venduti illegalmente in 18 province del Paese a partire dal 2011. Si tratta di 12 vaccini, 2 immunoglobuline e un prodotto terapeutico.

Gli enti regolatori e la polizia cinese stanno cercando di rintracciare i vaccini alterati, che valgono più di 570 milioni di yuan (88 milioni di dollari), e hanno dato alle aziende farmaceutiche e ai distributori coinvolti la scadenza del 25 marzo per presentare informazioni sui prodotti.

Anche se provenienti da produttori qualificati, infatti, i vaccini sono stati consegnati oltre la loro data di scadenza. Per questo potrebbero avere effetti collaterali e anche causare disabilità e morte.

Nel mese di settembre del 2014 nella provincia dell’Henan  centinaia  di bambini hanno subito gravi problemi di salute e due sono morti dopo essere stati vaccinati.

Tuttavia, i funzionari della sanità hanno spesso detto che i problemi di salute dei bambini sono estranei a vaccini.

Radio Free Asia,21/03/2016

English article,Radio Free AsiaTainted Vaccine Scandal Sparks Fear, Anger in China

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.