Categoria: Sanità e traffico d’organi

Il dolore di un sacerdote: croci distrutte, divieto di catechismo, lo scandalo dei vaccini

Cancellate dalla facciata di una chiesa la croce e la scritta “Chiesa cattolica”. Il divieto di tenere centri estivi di catechismo per i giovani. Intanto scoppia lo scandalo dei vaccini, segno che nella società cinese vi è carenza di valori morali. Vaccinare i giovani nello spirito, far scoprire loro la fede, aiuterebbe la società cinese. Le considerazioni di un sacerdote blogger.

Importante chirurgo cinese viene convocato alla Conferenza mondiale sul trapianto di organi

Secondo la Coalizione internazionale contro l’abuso di trapianti in Cina (ETAC), Zheng Shusen, importante chirurgo specializzato in trapianti di fegato e presidente del primo ospedale affiliato della Facoltà di Medicina di Zhejiang, ha eseguito migliaia di trapianti di organi con il prelievo forzato su detenuti in assoluta violazione l’etica professionale.

Il regime cinese non ferma il prelievo forzato di organi

Il governo cinese afferma che dal 2015 i trapianti in Cina non sono più effettuati col prelievo forzato di organi da prigionieri, ma utilizzando esclusivamente donatori volontari, morti per cause naturali, come succede in altri Paesi. Queste dichiarazioni sono state prese per buone da istituzioni internazionali, come l’Organizzazione mondiale della Sanità e la Società dei trapianti.

Esperta sanità Usa: attenzione ai farmaci cinesi

Epoch Times, 4 giu 18
Rosemary Gibson, consulente dell’Istituto di ricerca sulla bioetica Hastings Center e autrice di numerosi libri che esaminano questioni sanitarie, recentemente ha scritto a quattro mani con Janardan Prasad Singh il libro China RX: Exposing the Risks of America’s Dependence on China for Medicine [Cina ai raggi X: Esporre i rischi della dipendenza americana dai farmaci cinesi, ndt], un resoconto che analizza come la Cina abbia raggiunto il predominio mondiale nella produzione di farmaci, e le notevoli conseguenze che questo comporta.

Corruzione e traffico di organi nella Mani Pulite cinese

Frank Fang, Epoch Times, 24 mag 18
Xie Xianci, vicedirettore del Centro per la gestione delle donazioni di organi nella provincia meridionale dello Jiangxi, è stato condannato a due anni di prigione e a una multa di 100 mila yuan (circa 15 mila dollari). Il reato: riscossione di tangenti per un totale di 712.500 yuan (circa 112 mila dollari), ricevute da prestigiosi ospedali, come l’Ospedale del popolo dello Jiangxi e i due principali ospedali affiliati con l’università di Nanchang.

Congresso dell’Associazione Urologica dell’Asia: oltre 100 medici firmano una petizione per opporsi al prelievo di organi da parte del PCC

Al sedicesimo Congresso dell’Associazione Urologica dell’Asia svoltosi dal 18 al 22 aprile a Tokyo, Giappone, più di cento medici hanno firmato una petizione per chiedere al Partito Comunista Cinese (PCC) di porre fine al prelievo di organi sui praticanti vivi del Falun Gong.

Australia: invito a chiudere la mostra dei Real Bodies per timore che usi prigionieri giustiziati in Cina

Gli organizzatori della mostra di Sydney negano le rivendicazioni dei gruppi per i diritti umani che i corpi provengono da prigionieri politici cinesi.