Salute: Lega, stop venditori abusivi bolle sapone da Cina

Sono preoccupati, i leghisti, delle conseguenze nocive per la salute che potrebbero avere le ‘bolle di sapone’ provenienti dalla Cina e vendute abusivamente per le strade soprattutto di Milano. Per questo il gruppo al Consiglio regionale lombardo ha presentato un’interrogazione alla Giunta – e in particolare all’assessore (leghista) alla Sanita’, Luciano Bresciani – per sapere ”quali provvedimento intenda adottare per far fronte ai potenziali rischi che possono derivare dall’immissione di questi giocattoli sul nostro territorio”. L’interrogazione sara’ illustrata nella seduta di domani dal primo firmatario, il consigliere Claudio Bottari. Nel documento viene ricordato un recente sequestro in Liguria di ”35mila confezioni di bolle di sapone made in China contenenti un batterio resistente agli antibiotici”. Da qui, dunque, le preoccupazioni, anche perche’ nell’interrogazione si fa notare non solo come si tratti ”da sempre di uno dei giochi piu’ semplici e piu’ amati da bambini e adulti”, ma anche che e’ ”ormai diventato usuale incontrare venditori abusivi di bolle di sapone, si veda per esempio la zona circostante la stazione Centrale di Milano”.

Fonte: ANSA.it, 29 luglio 2012

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.