Categoria: Rivolte popolari

Leader del movimento indipendentista condannato a sei anni di carcere

Edward Leung “volto” degli indipendentisti di Hong Kong, sconterà una pena di sei anni di carcere. La sentenza è stata emessa oggi dall’Alta corte della città. Leung, 27 anni,  è stato condannato per il suo ruolo nelle manifestazioni del 8-9 febbraio 2016 nel quartiere di Mong Kong, segnate da violenti scontri fra polizia e manifestanti. I giorni successivi alla “rivolta dei bocconcini di pesce”, in molti hanno accusato le forze di sicurezza di eccessiva violenza e di aver picchiato perfino passanti.

Il regime crollerebbe se si dicesse «la verità su Piazza Tienanmen»

Il massacro di piazza Tienanmen,

Sono passati 29 anni da quando il partito comunista ha inviato in piazza l’Esercito di liberazione del popolo per reprimere nel sangue e stritolare sotto i cingoli dei carri armati il sogno di migliaia di giovani per una Cina più giusta, libera e democratica. A Piazza Tienanmen, il 4 giugno 1989, gli studenti commemoravano il loro idolo, l’ex segretario generale del partito Hu Yaobang, epurato per essersi dimostrato aperto nei confronti di una maggiore liberalizzazione del sistema politico del paese. Nella notte tra il 3 il 4 giugno morirono tra le 200 e le 2000 persone e ancora oggi il governo impone l’oblio su quello che ufficialmente è definito «l’incidente del 4 giugno» e che un leader comunista come Jiang Zemin ha sempre considerato un «male minore» per permettere alla Cina di raggiungere l’attuale sviluppo economico.

4 giugno 1989: il massacro di Piazza Tienanmen [video]

La Strage di Piazza Tienanmen – Dopo la morte di Mao Tse-tung (1976) si aprì per la Cina un periodo nuovo. I dirigenti politici avviarono la campagna delle «quattro modernizzazioni» (dell’industria, dell’agricoltura, della ricerca scientifica, dell’esercito) nel tentativo di modernizzare il paese, aprirlo al libero mercato e agli scambi commerciali con l’Occidente.

Scrittori di fama mondiale chiedono la liberazione di Liu Xia [Video]

La campagna di Amnesty International e Pen America. Artisti e autori leggono le poesie della moglie di Liu Xiaobo. Peggiora la sua salute mentale: “Sembra non sia rimasto niente in lei”.

Per ricordare: 15 aprile 1989, inizia la protesta di piazza Tienanmen [video]

La protesta di piazza Tienanmen fu una serie di dimostrazioni di massa guidate da studenti, intellettuali e operai nella Repubblica Popolare Cinese, svoltesi all’interno della piazza Tienanmen di Pechino, occupata dai dimostranti dal 15 aprile al 4 giugno 1989.

Tibetano muore dopo essersi dato fuoco per protesta contro il governo e le politiche cinesi

Un uomo tibetano si è dato fuoco nella contea di Ngaba, nel Sichuan, in atto estremo di protesta contro il governo e le politiche cinesi nella regione dell’estremo occidente della Cina.

Quando la fede marxista fallisce persino in Cina

Il Partito Comunista Cinese è un’organizzazione atea, che esercita la propria orwelliana dittatura controllando i cittadini e imponendo loro quello in cui possono e non possono credere. Eppure, numerosi funzionari del Pcc ricorrono a pratiche occulte che in Occidente definiremmo superstizione: divinazione, predizione della sorte e pratiche superstiziose di vario genere.Il tutto nel tentativo di eludere il fato.