Ragazzini prigionieri in Cina: SIT-IN davanti alla FARNESINA: l’assordante silenzio del Ministro Di Maio.

Cari amici della community, vi scrivo alla fine di un’intensa giornata di impegni per raccontarvi del sit-in al quale ho con convinzione partecipato ieri mattina, insieme ad alcuni preziosi amici, come Laura #Harth, anima del Comitato Globale per lo Stato di Diritto, e con anche i rappresentanti di #AmnestyInternational.

Mi ha molto toccato ritrovarmi davanti al mio Ministero, dove ho lavorato una vita intera, *per difendere gli interessi di una famiglia di persone semplici e per bene*, simbolo della vergognosa persecuzione operata dal Partito Comunista #Cinese.

Ablikim Mamtinin e Mihriban Kader sono i genitori uiguri di quattro minori tenuti “in ostaggio” in un orfanotrofio dello #Xinjiang dalle autorità del regime cinese: questi genitori non vedono i loro figli da quasi cinque anni, *nonostante l’Italia avrebbe dovuto garantire loro protezione umanitaria*.

I quattro minorenni *trattenuti illegittimamente* in #Cina hanno pieno diritto al ricongiungimento familiare con i loro genitori in Italia, ma la #Farnesina – inspiegabilmente – non risponde in merito, sebbene sia a conoscenza del loro caso *almeno da ottobre dell’anno scorso*.

QUESTO MURO DI GOMMA DA PARTE DEI VERTICI DEL MINISTERO DEGLI ESTERI DEVE TERMINARE ORA.

E vi dirò di più: mi duole dirlo, ma è proprio colpa della Farnesina se la #Cina ha arrestato i quattro ragazzi uiguri. Quei ragazzini, infatti, sono stati arrestati guarda caso 24 ore dopo essersi presentati al consolato italiano di #Shanghai, da dove sono stati respinti, ignorando le più basilari norme del diritto internazionale e nonostante esistesse un nulla osta per il visto e il ricongiungimento alla famiglia rifugiata in Italia…

In questa vicenda c’è quindi un responsabile dell’internamento di quei quattro ragazzini, ripeto c’è un RE-SPON-SA-BI-LE all’interno della nostra struttura diplomatica, e le giustificazioni relative a un presunto “disguido burocratico” sono semplicemente pietose e inaccettabili.

Il Ministro Luigi Di Maio deve riferire e spiegare: ha parlato con l’ambasciatore cinese di questa vicenda? Che risposte ha ottenuto? Il nostro Ambasciatore a #Pechino e/o il Console a #Shanghai sono andati dalle rispettive autorità cinesi di competenza sollevando con vigore il caso? Hanno informato la famiglia sulla situazione psicofisica di questi minori illegalmente trattenuti dalle autorità Cinese? Cosa si sta nel concreto facendo la Farnesina per risolvere questa vicenda, incagliata da mesi e mesi…?

di Giulio Terzi ,28/05/2021


Commento di Gianni Da Valle, Arcipelago laogai: in memoria di Harry Wu

Questa è l’ennesima testimonianza di come l’Italia ci va “morbida” sulle ingiustizie della dittatura cinese e come sia compromessa finanziariamente e politicamente con essa. In questo modo vengono calpestati i nostri valori di civiltà, onestà. Vengono pressoché ignorate le violazioni dei diritti umani in Cina. L’Italia è complice, insieme ai media, di crimini contro l’Umanità. C’è solo un precedente quello che il Nazismo fece con gli ebrei. Ciò che mi stupisce è questa indifferenza che rispetto ad altri Paesi non c’è. Ricordare per non dimenticare, ricordare per non ripetere: l’importante baluardo  contro il male che viene detto durante il Giorno della Memoria.  Questa Giornata ci induce a evitare il riemergere di virus dannosi che potrebbero attaccare la società, ma oggi questi orrori si stanno ripetendo.  La Giornata della Memoria dovrebbe insegnare rendendoci  responsabili non soltanto nel presente, ma anche per il futuro. Valutando i fatti a me pare che  dagli errori del passato abbiamo imparato poco o nulla.


 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.