Prodotti cinesi dannosi per la salute: maxi-sequestro da 230mila euro nel Basso Salento

CASARANO – Sequestro di oltre 55mila prodotti dannosi per la salute, operato in cinque comuni del Sud Salento dalla Guardia di Finanza. Quindici segnalazioni e sequestro di oltre 55mila prodotti privi, in tutto o in parte, delle prescrizioni previste dalla legge a tutela dei consumatori.

Questo è l’esito finale di una vasta operazione condotta dagli uomini delle Fiamme Gialle leccesi, a seguito di una capillare azione info-investigativa, che ha portato nelle ultime ore al sequestro da parte dei militari della Tenenza di Casarano, di un ingentissimo quantitativo di merce in negozi gestiti da soggetti di etnia cinese ubicati nei Comuni di Casarano, Ruffano, Ugento, Melissano e Taurisano.

Quindici i negozi sottoposti ad ispezione dove i finanzieri hanno trovato articoli cosmetici, oggetti di bigiotteria, capi e accessori di abbigliamento ed apparecchi elettrici esposti per la vendita al pubblico in ampi locali di circa 200/300 metri quadri ciascuno, tutti però mancanti delle indicazioni relative alla denominazione legale o merceologica, al nominativo del produttore o dell’importatore, al Paese di origine, all’eventuale presenza di materiali o sostanze che avrebbero potuto arrecare danno a persone, cose ed ambiente, ai materiali impiegati ed alle caratteristiche merceologiche, il tutto pertanto potenzialmente pericoloso per la salute dei consumatori.

Il valore commerciale della merce ammonta a circa 230mila euro.

Gli esercenti, tutti di nazionalità cinese e residenti nel basso Salento, sono stati segnalati alla Camera di Commercio per l’irrogazione di una sanzione amministrativa che potrebbe anche superare i 25mila euro.

Quotidiano di Puglia,20/09/2014

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.