Primo gravissimo incidente per i botti di fine anno: 3 dita amputate a un 12enne

“Purtroppo esiste una vendita illegale e diffusa soprattutto di fuochi d’artificio “Made in China” che, essendo prodotti fuori ogni norma di sicurezza e solitamente finalizzati per spettacoli pirotecnici di più ampie proporzioni, possono creare danni anche gravi a chi li utilizza e chi si trova nella traiettoria dell’esplosione”.  È quanto  dichiara Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale del Movimento Ecologista ECOITALIASOLIDALE.

“Purtroppo vicino la Capitale, a Marcellina, è  già  avvenuto il primo gravissimo incidente a causa dei botti di fine anno ed un giovanissimo di 12 anni ha avuto l’amputazione di tre dita della mano destra e noi proseguiamo a chiedere il divieto di utilizzo e vendita dei fuochi d’artificio per Capodanno”.

“Ai gravi pericoli che incorrono tutti coloro che utilizzano direttamente i botti, a coloro che vengono raggiunti dalle loro traiettorie, ai tanti non esplosi che rimangono in strada il giorno seguente al Capodanno, vi sono anche altri fattori che ci inducono a chiederne il divieto – prosegue Benvenuti- dall’inquinamento ai danni che vengono causati agli animali”.
“Il loro utilizzo infatti – ricorda Benvenuti- comporta il  raddoppio del livello di polveri sottili PM10, con rischi per la salute dei cittadini ed in particolare di coloro che soffrono di asma e patologie respiratorie, quindi per l’inquinamento che viene prodotto, ma bisogna anche ricordare i danni che si possono provocare agli animali domestici come cani e gatti. Per questi ultimi lo scoppio dei petardi  è un evento eccezionale che può causare infarti e danni irreversibili all’udito ed all’orientamento”.
“Come Ecoitaliasolidale, nel proseguire a chiederne il divieto –  conclude Benvenuti- proseguiamo come ogni anno nella nostra iniziativa denominata  “ANCHE LO SPUMANTE FA IL BOTTO” invitando tutti a festeggiare brindando alla mezzanotte della fine dell’anno con il botto dello spumante.

Fonte: Castellinotizie.it, 27 Dic 14

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.