Politico di Taiwan promette sospensione accordo commerciale con la Cina

Lu Chen,Epoch Times08.04.2014

Il 6 aprile Wang Jin-pyng, portavoce del Parlamento di Taiwan, è apparso di fronte agli studenti, che nelle ultime tre settimane hanno occupato il Parlamento. Ha promesso loro che i controversi accordi commerciali con la Cina non andranno avanti fino all’approvazione di una legge che controlli le relazioni con la Cina.

Questa è stata la prima volta che un politico del Partito Nazionalista ha parlato agli studenti da quando, dal 18 marzo, hanno occupato il Parlamento e hanno sostenuto la necessità di un accordo generale che venga incontro alle loro richieste. Questa mossa è stato uno shock per il Partito Nazionalista, di cui Wang è membro. Alex Hrong-tai Fai, legislatore del Partito Nazionalista, ha detto di essere stato tradito dalla mossa a sorpresa di Wang.

Nella foto Wang Jin-pyng.

I leader degli studenti hanno detto di aver accettato la promessa di Wang e che discuteranno insieme le prossime iniziative.

Wang Jin-pyng, insieme ai legislatori sia del Partito dei Democratici progressisti che del Partito Nazionalista, ha fatto visita agli studenti dentro al Parlamento e ha tenuto un discorso. Secondo Next Tv, un media taiwanese, questa è stata la prima risposta pubblica di Wang sull’accordo commerciale dopo l’occupazione del congresso da parte degli studenti che ormai dura da 20 giorni.

Wang è il capo del Parlamento ed è considerato l’avversario politico del presidente Ma Ying-jeou. La decisione iniziale di Wang e la sua azione fallimentare hanno portato l’occupazione del Parlamento da parte degli studenti.

Nel discorso di domenica Wang ha detto che non si procederà all’esame dell’accordo commerciale prima che sia approvato un decreto di legge che crei un organo di controllo per le relazioni Cina-Taiwan.

«Continuate a sostenere i vostri ideali», ha detto agli studenti, esortandoli allo stesso tempo a lasciare il Parlamento e a ritornare alle classi universitarie.

Lin Fei-fan, leader degli studenti, ha detto ad un media taiwanese: «Siamo a favore del Presidente Wang». «Discuteremo quale iniziative intraprendere».

In un’intervista a un media Chen Wei-ting, un altro leader degli studenti, ha contrastato l’approccio conciliante di Wang alla linea dura del presidente Ma Ying-jeou.

Chen ha detto che l’approvazione di una legge di controllo prima dell’esame dell’accordo commerciale è un principio fondamentale richiesto dagli studenti, che sono preoccupati dal contenuto del decreto di legge e, nel caso sia approvato, dei suoi effetti.

Nel pomeriggio i legislatori del Partito Nazionalista hanno tenuto una conferenza stampa in cui hanno detto che l’assemblea del partito non è stata informata in tempo del discorso di Wang.

Alcuni membri hanno detto di essere «estremamente scioccati» da ciò.

Secondo Next TV, Lin Hung-chih, legislatore del Partito Nazionalista, ha detto alla conferenza: «Il decreto di legge di controllo e la revisione dell’accordo commerciale possono essere elaborati nello stesso tempo».

Alla conferenza stampa, mentre parlava con Wang Jin-pyng, Alex Hrong-ta Fai ha detto: «Penso che l’intero partito sia stato tradito da te».

Fonte,Epoch Times-http://www.epochtimes.it/news/le-promesse-politiche-taiwanesi-sospendono-l-accordo-commerciale-con-la-cina—125948

English version:
Taiwan Politician Promises Pause on China Trade Deal

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.