Il più giovane prigioniero di coscienza della Cina si è riunito con il padre dissidente

L’attivista veterano dei diritti cinesi Zhang Lin è giunto venerdì negli Stati Uniti  per riunirsi alle sue due figlie, fuggite dalla Cina dopo essere state escluse dalla scuola dalla polizia di sicurezza dello stato.

.

Zhang Lin e sua figlia Zhang Anni in una foto non datata

Anni ha 10 anni quando viene arrestata su ordine del Partito comunista cinese. La sua unica colpa è quella di essere figlia di Zhang Lin, ex fisico nucleare che dalle rivolte di piazza Tiananmen nel 1989 si batte per la democrazia in Cina. In nome di questo legame, quattro uomini la prelevano da scuola e la portano in prigione, dove per 24 ore viene lasciata senza cibo, né acqua, né lenzuola pulite.

È il 27 febbraio 2013. Da allora, Anni diventa la più giovane prigioniera di coscienza della Cina, costretta a subire ostracismo sociale e controlli in nome della battaglia per i diritti umani condotta da suo padre.

Anni lo vivrà dagli Stati Uniti, dove risiede dal 7 settembre 2013 insieme a sua sorella maggiore Ruli, sotto la tutela legale di Reggie Littlejohn,  fondatrice di Women’s Rights Without Frontiers.

Insieme alla sorella maggiore Ruli, Anni scrisse una lettera aperta a Barack Obama e a Xi Jinping, nella quale chiede la liberazione del padre.

Littlejohn  dice che Anni è ora una studentessa con un inglese perfetto e una pianista promettente, mentre Ruli ora vive e lavora in modo indipendente ed ha conseguito una laurea.

Zhang è stato rilasciato lo scorso agosto, ma non era chiaro se fosse ancora sotto sorveglianza e se sarebbe stato autorizzato a lasciare la Cina. E’ stato detenuto diverse volte per un totale di 16 anni per la sua difesa pro-democrazia in Cina

Zhang si è dichiarato non colpevole delle accuse di “aver radunato una folla per distruggere l’ordine pubblico” nel suo processo nella città di Bengbu ad Anhui nel dicembre del 2013, dicendo alla corte che le sue azioni erano state “ragionevoli e lecite” in ogni momento ed erano una risposta alle azioni illegali delle autorità.

“Non posso credere che stia succedendo”, ha detto Anni in una dichiarazione rilasciata da Littlejohn prima dell’arrivo di Zhang. “Ho atteso questo giorno per quattro anni.”

Littlejohn descrisse Zhang come “un eroe coraggioso” che aveva fatto grandi sacrifici per la causa dei diritti umani in Cina.

L’interessamento del  rappresentante repubblicano del New Jersey, Chris Smith, co-presidente della Commissione esecutiva per il Congresso sulla Cina  è stato fondamentale nell’aiutare Anni e sua sorella a farle venire negli Stati Uniti.

(da fonte Asianews,Radio Free Asia)

Laogai Research Foundation Italia Onlus: “L’altra Cina: in ricordo di Harry Wu”,28/01/2018

English article, Deaconjohn1987:

Veteran activist Zhang Li, Father of Anni Zhang, to arrive in New York Today

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.