Categoria: Cristiani

Caro Vaticano, cosa dobbiamo fare con l’Associazione patriottica?

Savio, sacerdote della Chiesa sotterranea, esprime le sue difficoltà di coscienza ad accettare vescovi che sono implicati con l’Associazione patriottica, fautrice di una “Chiesa indipendente”, incompatibile con la dottrina cattolica. Per il sacerdote vi è un’ambiguità non risolta nel modo di procedere del Vaticano. E chiede aiuto e chiarezza.

La polizia cinese chiude importanti chiese e arresta cristiani prima della festa del Natale

Si preannuncia un Natale poco piacevole per i cristiani in Cina. Negli ultimi quattro mesi le autorità cinesi hanno fatto irruzione in tre delle più importanti chiese sotterranee, che per il governo sono minacce per lo Stato, trattenendo quasi 100 fedeli in un ondata di repressione pre-Natale.

Cina. Il partito comunista abolisce il Natale a Langfang

I funzionari della città hanno ordinato che tutte le decorazioni natalizie vengano rimosse dalle strade, dai negozi e dalle case. I residenti dovranno anche denunciare chiunque tenti di «diffondere la religione».

Lettera del pastore Wang Yi, arrestato insieme a 100 fedeli protestanti.

Il pastore della Chiesa della Prima pioggia dell’Alleanza, l’ha scritta in diverse fasi e ha chiesto che venga diffusa dopo due giorni dal suo arresto. Wang Yi prova “disgusto” per la persecuzione che il Partito comunista cinese opera sui cristiani, ma non è interessato a cambiare l’ordinamento sociale. Testimoniare una fede non-violenta e denunciare le violazioni alla libertà religiosa. Dio farà cadere anche il regime comunista: la Chiesa è millenaria; ma nella storia non vi sono poteri politici millenari.

Un Pastore cinese e sua moglie rischiano 15 anni di carcere mentre il giro di vite sui gruppi religiosi si intensifica

Il 45enne è stato incarcerato la scorsa settimana assieme a più di 100 membri della sua congregazione.

Sacerdote cinese da sotterraneo a ufficiale: ‘Me lo hanno detto il papa e il Vaticano’

Il p. Wang Zeyi, amministratore diocesano di Wu Da (Ningxia), ha concelebrato con mons. Du Jiang, vescovo ufficiale di Bameng (Mongolia Interna). Molti fedeli sono rimasti scandalizzati e sono usciti dalla chiesa. Il problema dell’appartenenza all’Associazione patriottica, i cui principi sono “inconciliabili” con la dottrina cattolica. Anche il Vaticano deve fare chiarezza.

In Cina il governo lancia le «domeniche felici» per fare concorrenza alle chiese.

Sempre più villaggi nella provincia dell’Henan organizzano spettacoli culturali e teatrali di fianco alle chiese di domenica per scoraggiare la partecipazione alla messa e attirare i fedeli. A ottobre, riporta Bitter Winter, il governo di Luoyang ha ordinato di promuovere in modo rigoroso la «propaganda atea» e di organizzare eventi culturali durante le feste religiose per «ridurre l’influenza della religione attraverso “un buon spettacolo rivale”».