Categoria: Cristiani

Cina: le autorità cinesi torturano i cristiani non lasciandoli dormire affinché tradiscano la Chiesa

Le autorità cinesi utilizzano un intero repertorio di torture disumane per costringere i fedeli a rivelare informazioni o a rinunciare pubblicamente.

Mons. Guo Xijin e i ricatti nella diocesi di Mindong dopo l’accordo fra Cina e Santa Sede

L’ex vescovo ordinario, ora ridotto a vescovo ausiliare su richiesta di papa Francesco, non potrà celebrare la messa crismale. L’Ufficio affari religiosi non lo riconosce come vescovo, a meno che egli non si iscriva all’Associazione patriottica. Da tutti i sacerdoti non ufficiali si esige l’iscrizione e il sostegno alla “Chiesa indipendente”. Se si iscrivono ricevono un premio di 200mila yuan (26mila euro). L’ambiguità di mons. Zhan Silu, che da scomunicato, è ora il vescovo ordinario della diocesi.

Shaanxi, il governo rade al suolo la parrocchia di Qianyang [video]

L’edificio aveva un piano superiore per la liturgia e uno inferiore che ospitava le suore che offrivano visite mediche e medicine alla popolazione della zona molto povera. La comunità parrocchiale è composta da 2mila fedeli. Incerti i motivi della distruzione.

Come Giuda. Chi denuncia le chiese sotterranee riceve premi in denaro

Le nuove Misure mirano anzitutto alle chiese domestiche protestanti. Ma è quasi certo che saranno applicate anche ai cattolici e alle altre religioni e saranno diffuse in tutto il Paese. Premi fino a 3mila yuan se si denunciano indizi; fino a 5mila se si denunciano persone straniere coinvolte; fino a 10mila se si collabora con la polizia. A rischio anche il catechismo insegnato ai figli in casa. Le denunce possono essere fatte via telefono, per lettera o personalmente.

Il regime comunista ora “riscrive” la Bibbia

Secondo le “anime belle” di certo cattolicesimo nostrano, ma probabilmente anche secondo i vertici del Partito comunista cinese ,convinti forse che tutti i Cattolici siano come le suddette “anime belle”…, sarebbe sufficiente una visita turistica di un quarto d’ora da parte del presidente Xi Jinping presso la splendida Cappella Palatina di Palazzo Reale a Palermo, per cancellare dall’immaginario collettivo decenni di martirii, di persecuzioni, di lutti, di sangue, di dolore, di torture, di laogai e per dimostrare al Pontefice l’efficacia dell’accordo segreto segretissimo stretto tra Cina e Vaticano sulla testa dei fedeli e dei Vescovi (quelli legittimi), sentitisi ovviamente traditi.

Xu Xiaohong, il capo della chiesa protestante patriottica cinese : Il cristianesimo vuole sovvertire la Cina

Xu Xiaohong, presidente della Commissione nazionale del Movimento patriottico delle Tre Autonomie, interviene alla Conferenza politica consultiva: “A molti credenti manca una vera coscienza nazionale. Ecco perché diciamo ‘un altro cristiano, un cinese in meno’. Combattiamo le infiltrazioni straniere”.

Liao Yiwu: Salvate la vita del pastore Wang Yi. Rischia di morire come Liu Xiaobo

Il fondatore della Chiesa della Prima pioggia dell’Alleanza, arrestato lo scorso dicembre, è accusato di “sovversione contro il potere dello Stato”. In realtà, egli esige solo una piena libertà religiosa. La sua testimonianza è “una guerra contro il lavaggio del cervello”, e per strappare la cultura e il popolo cinesi dalla banalità del materialismo: una guerra per “l’anima”.