Categoria: Uighuri

Cina, lavoratori uiguri costretti a raccogliere a mano il cotone in condizione di schiavitù

Nella regione dello Xinjiang, Cina, più di mezzo milione di lavoratori uiguri sono costretti a raccogliere a mano il cotone in condizioni di totale schiavitù.E’ quanto emerge dal rapporto del Center for Global Policy, think-thank con sede a Washington.

Papa Francesco per la prima volta afferma che gli Uiguri sono perseguitati. La risposta di Pechino: affermazioni “totalmente senza fondamento”.

Per la prima volta Papa Francesco ha definito i musulmani uiguri cinesi un popolo “perseguitato”, una presa di posizione che gli attivisti per i diritti umani lo esortano a fare da anni. Lo fa nell’ampio libro scritto da lui – in collaborazione con il giornalista Auste Ivereigh – “Ritorniamo a sognare”, in uscita in Italia dal 1° dicembre (Piemme).

Gli USA descrivono il Tibet come un territorio militare occupato; Il Dalai Lama ha esortato a rivolgersi al Congresso degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti per la prima volta hanno definito il Tibet un territorio occupato militarmente dalla Cina. All’inizio di questa settimana la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un disegno di legge che afferma l’importanza della difesa della vera autonomia per i tibetani e il lavoro svolto dal 14 ° Dalai Lama per promuovere la pace, l’armonia e la comprensione globali.

Le donne uiguri in Cina portano cicatrici mentali di sterilizzazioni forzate.

L’incubo di Mihrigul Tursun è iniziato nel marzo 2017. È tornata dall’Egitto, dove aveva vissuto e lavorato, nello Xinjiang, una provincia nella parte occidentale della Cina. È nata e cresciuta nello Xinjiang come parte del gruppo etnico musulmano conosciuto come uiguri.

ALCUNI 20.000 EX DETENUTI DEL CAMPO CHE LAVORANO NELLA FABBRICA DI XINJIANG LEGATI AL LAVORO FORZATO.

Circa 20.000 ex detenuti del campo di internamento, secondo un funzionario dell’azienda, stanno lavorando nella filiale della prefettura di Aksu (in cinese, Akesu) di un produttore tessile con sede nella Cina orientale che è stato identificato come parte di un programma di lavoro forzato nella regione autonoma uigura dello Xinjiang (XUAR).

Cina, 250 mila bambini uiguri senza genitori nello Xinjiang

Sono i figli di genitori internati o detenuti. Per Pechino è “sensazionalismo”, ma la situazione dei bambini abbandonati è da incubo. La protesta mondiale delle associazioni di tutela dei diritti umani.

La persecuzione degli uiguri è un crimine contro l’umanità.

È anche l’esempio più grave di un attacco mondiale ai diritti umani. LE PRIME storie dallo Xinjiang erano difficili da credere. Siamo sicuri che il governo cinese non stava costruendo un gulag per i musulmani? Siamo sicuri che gli uiguri non venivano etichettati come “estremisti” e rinchiusi semplicemente per pregare in pubblico o per farsi crescere la barba lunga?