Categoria: Birmania

Morti dissidenti in Myanmar in custodia, autopsie non approvate richiedono indagini.

Famiglie ed esperti definiscono i casi “inaccettabili” e affermano che hanno lo scopo di intimidire il pubblico.

Myanmar-Mandalay, la giunta ordina razzie nei villaggi. Ospedali sequestrati

I soldati hanno fatto esplodere bombe, bruciato motociclette, rubato oggetti di valore e arrestato gli abitanti di Khin Gyi. Stessa situazione in villaggi Shan e Kayah. Oggi la campagna della “maglietta blu” e del ricordo. Il gen. Min Aung Hlaing, capo della giunta militare, si recherà a Jakarta per un incontro dell’Asean. Parlamentari per i diritti umani: invitare anche il governo di unità nazionale, che la giunta bolla come “fuorilegge”.

Soldati del Myanmar bruciano vivo un uomo durante le manifestazioni del fine settimana

Domenica le forze di sicurezza in Myanmar hanno sparato colpi di mitragliatrici e granate sui manifestanti, il giorno prima c’è stato il massacro di oltre 100 manifestanti da parte dell’esercito che ha causato  richieste di azione internazionale i militari di Mandalay hanno bruciato vivo un guardiano notturno mentre sparavano a persone che cercavano di aiutarlo.

Stragi e persone sparite. Monaci birmani in rivolta

Centinaia i morti della repressione dei militari. Buddisti con i ribelli come successe nel 2007.La situazione in Myanmar è sempre più grave. Nonostante la condanna internazionale, polizia ed esercito continuano a sparare contro i manifestanti.

La Cina chiede al regime militare birmano di punire i piromani che hanno attaccato le fabbriche di Yangon.

Global Times, portavoce del Partito comunista cinese, ha chiesto al regime militare di punire le persone che domenica hanno attaccato le fabbriche di abbigliamento a Yangon.

Massacro in Myanmar, decine di “uccisi dai cecchini”. I generali usano TikTok per reprimere la rivolta

Le prime due vittime sono cadute nella mattinata a Mandalay dove i poliziotti ne avevano già uccisi altri due o tre nei giorni scorsi

BIRMANIA-Yangon: uccisa una donna incinta, un altro morto e numerosi feriti. Proseguono le proteste (FOTO)

La donna uccisa era un’insegnante che manifestava. Manifestazioni anche a Mandalay, a Lashio (Stato Shan), a Myitkyina (Stato Kachin). A Mandalay sono sfilati cattolici e buddisti. A Myitkyina una suora ha supplicato, sola, davanti ai militari. La nuova giunta licenzia l’ambasciatore birmano all’Onu, Kyaw Moe Tun, che ha chiesto l’aiuto della comunità internazionale.