Pena morte: Cina, condannata studentessa

Una studentessa di 19 anni di etnia uighura e’ stata condannata a morte con 2 anni di sospensione da un tribunale cinese per aver partecipato alle violenze scoppiate il 5 luglio tra uighuri e l’esercito cinese nella provincia autonoma nord occidentale cinese dello Xinjiang.Pezilet Ekber, e’ la 2/a donna uighura a subire una condanna a morte. Non si conosce il reato per il quale la ragazza, che lavorava presso una societa’ cinese che faceva affari con la Russia, e’ stata condannata.

Fonte: Ansa.it, 31 dicembre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.