Peli molto irti

Eva Knoll, sinologa e direttrice Relazioni Pubbliche della John C. Hulsman Enterprises (una di quelle persone in vetta alla piramide, per intenderci), su LIMES 6/2008, consiglia al neoeletto presidente USA Barack Obama di integrare al più presto Pechino nel nuovo ordine globale. Gli ricorda che i due Bush e Clinton hanno forgiato una politica asiatica coerente e ben riuscita, per trasformare la Cina da potenza rivoluzionaria a potenza custode dello status quo, usando carota e bastone. La carota è stato il sempre più pompato coinvolgimento economico. il bastone è stata la consapevolezza cinese di essere accerchiati da stati alleati dell’America. La Knoll poi sottolinea la necessità di tramutare l’antiquato G7 (potenze consolidate) in G20 (potenze consolidate +potenze emergenti) etc…Insistendo nella necessità di coinvolgere Pechino in ogni circostanza in cui gli interessi statunitensi e cinesi coincidano. afferma: “Come modus operandi per la collaborazione futura, dovremo parlare molto meno di valori (che Occidente e Cina non condividono) e molto più di interessi (che spesso coincidono).
Questi algidi consigli, che separano vergognosamente il comportamento etico dall’interesse materiale spicciolo, si riassumono in poche parole “SEMPRE MENO DIRITTI UMANI E SEMPRE PIU’ LAOGAI IN CINA”.
Gli affari sono affari, Presidente! Pecunia non olet.

STATUS QUO: latino: stato nel quale, equivale a situazione attuale
MODUS OPERANDI:latino: modo di agire, di operare
PECUNIA NON OLET: latino: il denaro non ha odore (anche se proviene da traffici ignobili come ad esempio quello degli organi, prelevati -senza consenso- dai corpi dei condannati a morte)

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.