PELI IRTI

25/11/2008, RAI TRE, LA STORIA SIAMO NOI, LE RADICI DEL MALE, ORE 8,15. Si dice che gli ermellini non lascino presto i loro nascondigli per cercare il cibo. Questa mattina lo hanno fatto e si sono saziati del programma “la storia siamo noi”: la fuga protetta dei nazisti in America Latina. Un’appassionata lezione di odio puro, con rituali insulti alla Chiesa Romana, che li avrebbe protetti, testimonianze concitate e voci davvero perturbanti, per il sarcasmo e la rabbia. Tutto in collegamento con i neo nazisti di oggi: “Il seme delle ss” è vivo e infetta il mondo”.
Grazie a Dio il seme delle SS non è più vitale e i neo nazi, se alzano troppo la testa e diventano governatori, sono presentati come gay e muoiono ubriachi in incidenti d’ auto per eccesso di velocità (compresa l’allusione?). Dov’è il problema? Il problema, fatta salva la Memoria della Shoah della quale non si parla mai abbastanza, consiste nel fatto che si illustra sempre il passato e mai il presente.
La ricetta è tutte le volte: lager nazisti, appena un’ombretta di gulag sovietico, e mai mai mai laogai.
Anche se il lager nazista di Buchenwald cento giorni dopo la liberazione divenne un gulag sovietico, grazie a Dio ripetiamo, oggi è chiuso. Invece i laogai cinesi sono oggi ancora aperti e attivi. Perché , né RAI né Mediaset, alleate nel comune percorso di rimbambinimento degli Italiani, non ne parlano mai?

STORIE DI PAROLE

SHOAH:   Per indicare la persecuzione nazista e la tremenda catatrofe che ne derivò, gli stessi Ebrei, a lungo perplessi per definire un crimine mai accaduto prima, scelsero la parola Shoah, che vuol dire “annientamento”.
HOLODOMOR:  “grande carestia”, provocata in Ucraina negli anni 1930-1932 da Stalin. Una giornata della memoria, il 22 novembre, ricorda i sette milioni di morti. Silenzio stampa? Solo Benedetto XVI durante l’Angelus di domenica 23 ne ha fatto cenno.

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.