Pechino e Bangkok: accordo per una linea ferroviaria ad alta velocità fra i due Paesi

Thailandia e Cina si sono accordate per creare connessioni ferroviarie che leghino i due Paesi, passando attraverso il Laos. I collegamenti progettati tendono a esaltare i crescenti flussi di commercio messi in moto dal nuovo accordo di libero commercio e facilitare la spinta della regione verso un mercato comune Asean grazie a infrastrutture moderne. Il primo ministro thailandese Abhisit Vejjajiva ha sottolineato i piani del suo governo per la creazione di nuove strutture logistiche e di infrastruttura, e fra queste al primo posto i finanziamenti per le ferrovie. Ha dichiarato che il governo ha approvato una piano “cornice” per la cooperazione fra Thailandia e Cina nella costruzione di una linea ad alta velocità che colleghi la povera regione nord-orientale della Thailandia con la città cinese di Nong Khai. Il piano prevede anche una linea ad alta velocità che colleghino Nong Khai a Bangkok, e poi a oriente alla zona industriale del Thai Eastern Seabord; con inoltre una terza linea che colleghi la capitale alla regione meridionale del paese fino al confine malaysiano a Padang Basar. “Questi treni ad alta velocità non solo faciliteranno lo spostamento rapido di merci e persone, ma avranno una ricaduta benefica per la Thailandia, una volta che l’Asean diventerà un mercato solo, e la Tailandia diventerà una base produttiva di grande forza per la Comunità Economica”, ha detto il primo ministro. “Queste tre linee saranno connesse a una ferrovia convenzionale che la Cina sta costruendo verso il suo confine meridionale e attraverso il Laos. Pechino ha concesso finanziamenti provvisori, per quel collegamento, anche se per il momento non sono stati indicate né cifre né scadenze per il progetto che andrà da Vientiane, la capitale laotiana, fino a Boten, vicino al confine cinese nel nord del Paese”. Secondo fonti laotiane la linea sarà completata in cinque anni. Una volta che questi anelli mancanti saranno al loro posto, il sistema ferroviario cinese esistente sarà connesso alla Thailandia, e ancora più a sud, con la Malaysia e con Singapore. Pechino ritiene che il progetto possa realizzarsi in tre anni, mentre i politici thai sono più cauti. In Laos per realizzare il progetto sono all’opera 64mila lavoratori cinesi.

Fonte: Asia News, 22 ottobre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.