Nuovo rapporto fa luce sulla distruzione della Cina sulla vita nomade tibetana

L’unica organizzazione tibetana che monitorata la situazione dei diritti umani in Tibet, la Tibetan Center for Human Rights (TCHRD) ha pubblicato un nuovo rapporto sui nomadi tibetani dal titolo: “Le vite sprecate: un’analisi critica della campagna della Cina di porre fine alla vita pastorale tibetana”. Il nuovo rapporto è stato compilato da Gabriel Lafitte, un’ambientalista australiano e pubblicato congiuntamente con la “League for Pastoral Peoples”, un’organizzazione non-profit tedesca.
Nel nuovo rapporto la TCHRD si appella alla Cina per riconsiderare l’attuale politica di che porta alla che è la rimozione delle attività pastori nel Tibet.

Mentre introduceva il rapporto il direttore esecutivo del Tchrd, Tsering Tsomo, ha riferito che esso esprime la preoccupazione per il Tibet nel perdere la sua sicurezza alimentare con suoi pastori lasciati a se stessi, senza alcun tipo di futuro nella società. Inoltre sono presenti delle relazioni di ricercatori cinesi e tibetani contrari a questa politica impropria del governo cinese.


Fonte: Phayul, 2/6/15
English article:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.