Nobel per la Pace, ministero esteri cinese: “Premiato un criminale”

Il premio Nobel per la Pace al dissidente cinese Liu Xiaobo è stato assegnato a un ”criminale”, secondo quanto dichiarato dal portavoce ministero esteri di Pechino. La decisione di premiare il dissidente, in carcere per ”istigazione alla sovversione” è una ”mancanza di rispetto nei confronti del sistema giudiziario cinese” ha aggiunto il portavoce, Ma Zhaoxu, in una conferenza stampa a Pechino. Questo, ha proseguito, fa ”dubitare delle motivazioni” del comitato per il Nobel. ”Se stanno cercando di cambiare il sistema politico cinese…hanno chiaramente sbagliato i calcoli”, ha aggiunto il portavoce.

Fonte: Blitz Quotidiano, 12 ottobre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.