NEPAL- Lumbini, al via un’indagine storica sulla vita di Buddha

di Christopher Sharma

Unesco, governo nepalese ed esperti di varie università mondiali lanciano una campagna di scavi nella città che diede i natali a Siddartha. Anticipata di due secoli la sua data di nascita.

Kathmandu (AsiaNews) – Per la prima volta nella storia del buddismo archeologi, scienziati e studiosi internazionali hanno dato il via a una campagna di scavi a Lumbini per trovare conferme scientifiche sull’esistenza e la vita di Siddartha Gautama, partendo proprio dalla sua data di nascita.

Secondo la tradizione il principe Gautama sarebbe nato intorno al IV secolo a.C., ma per alcuni archeologi la nascita è avvenuta ben due secoli prima, sul finire del VI secolo a.C. A confermare la tesi sarebbe un tempio ligneo scoperto nelle rovine del palazzo di Tilaurakot, dove secondo la tradizione sarebbe vissuto Siddartha. Le dichiarazioni degli studiosi hanno scatenato polemiche e critiche all’interno del mondo religioso spingendo il governo nepalese e l’Unesco ad intraprendere il 16 gennaio una campagna di scavi nel luogo di nascita del Buddha.

L’indagine archeologica durerà circa due mesi e interesserà tre siti all’interno dell’area sacra di Lumbini, identificato già nel XIX secolo come luogo di nascita del Buddha e oggi patrimonio dell’Unesco. Gli scavi condotti negli scorsi mesi hanno portato alla luce i resti di una struttura in legno finora sconosciuta e di una serie di templi in mattoni.

Ciò che ha spinto gli archeologi a retrodatare il secolo in cui sarebbe vissuto Siddartha è però uno spazio aperto, che potrebbe essere collegato all’albero dove secondo la tradizione, Mahāmāyā, madre di Siddartha, avrebbe partorito. L’indagine riguarderà anche i resti della città di Tilaurakot, nella quale sorgeva il palazzo di re Śuddhodana, padre di Gautama, dove il fondatore del buddismo trascorse i primi 29 anni della sua vita e da cui fuggì per iniziare la sua predicazione. Gli archeologi tenteranno di ricostruire l’architettura del palazzo e della città.

Robin Coningham, archeologo della Durham University in Gran Bretagna, fra i responsabili degli scavi, sottolinea che “vi sono poche informazioni sulla vita del Buddha e la maggior parte di esse provengono da testi antichi e tradizioni orali”. “Al momento – continua – stiamo scavando per rivelare la reale vita di Buddha, partendo dallo studio degli edifici scoperti all’interno del giardino sacro di Lumbini risalenti al VI secolo a.C.”.

Il team di ricerca è composto da 18 persone fra consulenti, esperti e archeologi. Oltre all’Unesco gli istituti coinvolti nel progetto sono: Lumbini Development Trust, Department of Archaeology, università di Durham e Sterling. Agli studiosi si affiancano anche 13 studenti nepalesi del master in cultura dell’Università di Tribhuvan.

Scoperto dagli archeologi nel 1897, il sito di Lumbini è divenuto uno dei luoghi più importanti del buddismo ed è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Il sito è riconosciuto solo da una parte delle comunità buddiste asiatiche. Ogni anno milioni di pellegrini si recano in pellegrinaggio al piccolo villaggio. La zona è circondata solo da monasteri e per rispetto non è permesso realizzare altre infrastrutture.

AsiaNews,17/01/2014

English version,click here:

Lumbini: major dig into the Buddha’s life gets underway

Articoli correlati:

Scoperto in Nepal il luogo di nascita del Buddha: è del sesto secolo avanti Cristo

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.