Nepal : 16 tibetani arrestati

A Kathmandu sedici esuli tibetani impegnati, davanti all’ambasciata cinese, in una dimostrazione per il cinquantesimo anniversario dell’insurrezione non violenta del 1959, sono stati arrestati in seguito alle crescenti pressioni della Repubblica Popolare Cinese in merito a questioni di sicurezza. Dalla repressione, messa in atto dall’esercito cinese, delle manifestazioni dell’anno scorso a Lahsa, la capitale nepalese è diventata teatro quotidiano di proteste anti Cina.
Per l’articolo originale in inglese, clicca qui

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.