Naypyidaw, 6 giugno 2013 – La leader dell’opposizione birmana, Aung San Suu Kyi, ha annunciato oggi che si candiderà alla Presidenza del Paese alle prossime elezioni del 2015

“Voglio candidarmi alla Presidenza e sono sincera su questo”, ha detto Suu Kyi ai delegati del World Economic Forum sull’Asia orientale, riuniti nella capitale birmana Naypyidaw.

Parlando dei passi per migliorare il futuro della Birmania, Suu Kyi ha concluso con un sorriso malizioso il suo intervento auspicando “un cambiamento della Costituzione”, che al momento – a causa del suo essere vedova di uno straniero – le pregiudica la massima carica dello stato.

“Con lei come presidente?”, l’ha incalzata il moderatore, ricevendo in risposta un “sì” dal premio Nobel per la Pace: “Voglio essere candidata alla presidenza e sono sufficientemente sicura sull’argomento”, ha rimarcato Suu Kyi.

Le prossime elezioni sono ufficialmente in calendario per il 2015. Dopo aver boicottato il voto del 2010, la ‘’Lega nazionale per la democrazia’’ (Nld) di Suu Kyi ha trionfato con 43 seggi su 44 in elezioni suppletive tenutesi nell’aprile 2012, che hanno permesso anche alla ‘’Signora’’ di entrare in Parlamento.
Se fino a pochi mesi fa si riteneva che l’esercito – dotato di un effettivo potere di veto sui cambiamenti costituzionali – non fosse disponibile a emendare la Carta imposta al Paese nel 2008, lo scorso marzo il Parlamento ha approvato l’apertura di un processo esplorativo di revisione della Costituzione, anche grazie al voto dei militari che occupano di diritto un quarto dei seggi

Fonte Quotidiano.net, o6 Giugno 2013

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.