I mitici motoscafi “Riva” gioiello del “Made in Italy” insieme ad altre 6 gemme in mano ai cinesi

Se i colossi cinesi puntano alle squadre di calcio italiane (l’ultima nel mirino è il Milan), lo shopping dei colossi dell’ex impero celeste negli ultimi anni hanno acquistato due gioielli orobici del Made in Italy: Krizia e i motoscafi Riva.

Sono giorni frenetici per le trattative del Milan. A corteggiare la squadra di calcio di Milano è un colosso cinese.

Non è il solo. Negli ultimi anni le acquisizioni realizzate in Italia da parte dei nuovi signori del capitalismo orientale.
Negli ultimi cinque anni hanno investito 10 miliardi rilevando aziende in vari settori: dalla meccanica alla moda e rastrellando partecipazioni in vari settori. La mappa degli investimenti dell’ex impero celeste in Italia ammontano a oltre cento miliardi di euro.

L’acquisizione più importante realizzata in Italia è quella effettuata da Chem China nel 2015 quando il colosso orientale ha rilevato la maggioranza del gruppo Pirelli per 9 miliardi di dollari.

Tra i sette gioielli del Made in Italy finiti in mano cinese, oltre al gruppo Pirelli, Snam, Terna, Ansaldo Energia, Olio Sagra, ci sono anche due perle bergamasche: Krizia e il motoscafi Riva (oggi gruppo Ferretti Yacht).

Bergamo News,03/06/2016

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.