Mercati del pollame chiusi in due città cinesi dopo infezioni di influenza aviaria H7N9

I mezzi di informazione di stato hanno dichiarato che vari mercati di pollame di due città cinesi verranno chiusi, dopo che sono stati riscontrati nuovi casi di infezione per influenza aviaria H7N9, gli ultimi di una lunga lista.

China News Service riporta che un uomo di 44 anni che vendeva pollame presso un mercato di Zigong, città nella provincia sudoccidentale del Sichuan, ha contratto il virus. Le autorità hanno stabilito un divieto di un mese di attività di compravendita di pollame nella città, dalla mezzanotte di lunedì.

Un altro caso è stato riscontrato a Binzhou nella provincia dello Shangdong: si è ammalato un settantaquattrenne che era stato al mercato del pollame. Le autorità di Binzhou chiuderanno temporaneamente tre dei mercati della città.

L’aviaria è trasmissibile agli umani. Dallo scorso anno i casi di aviaria umana sono aumentati notevolmente: nei primi quattro mesi di quest’anno ci sono stati il triplo di casi di mortalità rispetto a tutto il 2016.

Traduzione Andrea Sinnove, LRF Italia Onlus


Fonte: Reuters, 22 mag 17

English article: Two Chinese cities close poultry markets after H7N9 bird flu infections

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.