Mentre la Cina requisisce i risparmi di Ilham Tohti, in Turchia viene premiato

Le autorità cinesi avrebbero confiscato quasi 140mila dollari dal conto corrente di Ilham Tohti – l’intellettuale uiguro recentemente condannato all’ergastolo – suscitando il timore che i suoi familiari possano essere sfrattati dal loro appartamento di Pechino. Lo ha dichiarato la moglie di Tohti, Guzelnur, a Radio Free Asia.

L’ex professore dell’Università delle Nazionalità di Pechino è stato condannato all’ergastolo per “separatismo” da un tribunale dello Xinjiang il 23 settembre. La condanna prevede, oltre alla privazione dei diritti politici, anche la confisca di tutti i suoi beni.
La moglie ha raccontato che dalla banca è stata sequestrata la somma di 850mila yuan.
“L’ultima volta che [ho cercato di prelevare denaro], il conto era stato congelato”, ha aggiunto la donna.

In Turchia

I giornalisti in Turchia hanno assegnato un premio allo studioso uiguro Ilham Tohti, respingendo le richieste da parte delle autorità cinesi di non conferire il premio al professore.

L’associazione dei giornalisti della Provincia di Bartın e l’Associazione Internazionale del Giornalismo per i paesi di lingua turca hanno conferito a Tohti il “Ismail Gaspirali Turkic World Freedom Award” durante una cerimonia presso la piccola provincia nel nord della Turchia, sul Mar Nero.

Radio Free Asia, 2/11/2014

English article:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.