Marcia internazionale per la libertà delle minoranze e dei popoli oppressi

Dal Tibet all’Iran, dal Turkestan Orientale al Vietnam, dal Laos all’Armenia, i Diritti Umani sono negati in più di un quarto dei Paesi del mondo. L’Occidente non può continuare nel suo silenzio, le istituzioni europee e noi popoli d’Europa dobbiamo essere consapevoli che salvaguardando la libertà di tutti difenderemo anche la nostra libertà.

Non possiamo restare indifferenti alla privazione dei diritti fondamentali di centinaia di milioni di persone, non possiamo esprimere solo generiche solidarietà e pacato buonismo, non basta più. Occorre dimostrare il nostro deciso convincimento nel sostenere il diritto alle libertà e all’autodeterminazione di tutti i Popoli.

A Parigi, Sabato 11 Ottobre,ore 14 dalla Statue de la Libertè-Ponte de Grenelle al Trocadèro marciando silenziosamente in difesa dei diritti delle genti, convinti che le libertà della persona dovranno necessariamente diventare una priorità internazionale.

Considerando che i martiri cristiani sono, purtroppo, diventati una tragedia contemporanea e fanno parte di quelle “minoranze” religiose che pagano con la vita la loro libertà di fede, Società Libera intende manifestare anche per loro, unendoli alle tante minoranze oppresse.

Società Libera,23/09/2014

English version,click here:7th International March for Freedom of Oppressed Peoples and Minorities

Per adesioni (for membership) clck here: Marcia Internazionale per la libertà

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.