Mante minacciate dalla medicina cinese

Il rapporto dell’Ong Shark Savers ha rivelato quanto la tradizionale medicina cinese possa rivelarsi dannosa per alcune specie di animali, anche se tutto questo non sembra minimante turbare chi produce e consuma questi prodotti. Infatti, al lungo elenco delle specie in via d’estinzione a causa di questo motivo si aggiunge anche la manta, molto ricercata per le sue branchie che, secondo tanti, posseggono diverse proprietà curative, come stimolare il sistema immunitario e guarire una serie di malattie che vanno dai problemi di fertilità ad alcuni tipi di cancro, tanto che in alcune regioni della Cina questo mercato arriva a valere ben 11 milioni di dollari l’anno. Una cifra questa che per alcuni è troppo allettante per poterci rinunciare, anche se alla fine dovranno farlo seppur controvoglia, dal momento che, se non si fermerà questo commercio, le mante rischiano di scomparire presto, considerato che impiegano 10 anni per raggiungere la maturità sessuale e una femmina partorisce un singolo piccolo ogni due o tre anni. Nel commentare questa drammatica situazione, Shawn Heinrichs, che ha diretto il team che ha realizzato il rapporto, ha spiegato: ‘anche se le branchie hanno un valore, il loro commercio deruba le economie e l’ambiente di una delle creature più carismatiche dell’oceano -aggiungendo- ogni esemplare può far guadagnare un milione di dollari l’anno grazie all’ecoturismo’.

Fonte: Ecologia Guidone, 27 gennaio 2012

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.