Malesia, un anno fa la tragedia del volo MH370: Cina vieta manifestazione parenti vittime

A un anno dalla tragedia del volo MH370 della Malaysian Airlines con 239 persone a bordo, a Kuala Lumpur si sono dati appuntamento per la commemorazione delle vittime.

In alcuni centri commerciali della capitale malese sono state appese fotografie delle persone scomparse l’8 marzo, mentre erano a bordo di quell’aereo partito da Kuala Lumpur e diretto a Pechino ma mai arrivato a destinazione.

Nella foto la madre di un passeggero  del volo Malaysia Airlines MH370 piange per la perdita del suo caro

Mentre la ricerca continua, i primi risultati del rapporto ufficiale sulla scomparsa del volo MH370 saranno rese probabilmente proprio oggi. Il rapporto è stato preparato da un gruppo di esperti internazionali convocati dalle autorità malesi. Anche se rappresentanti dell’aviazione civile hanno fatto sapere che si tratta solo di un rapporto di routine.

La polizia di Pechino ha invece impedito oggi una dimostrazione di parenti delle vittime. Delle 239 persone a bordo dell’aereo scomparso, 153 erano di origine cinese. Decine di poliziotti hanno bloccato le strade intorno all’ambasciata della Malesia. Molti parenti delle vittime hanno fatto sapere che la polizia gli aveva vietato di lasciare le loro case.

Adnkronos,08/03/2015

English article, The Japan Times News: Chinese families mark MH370 anniversary under watchful eye of police

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.